Ci ha lasciati l’attorestatunitense Michael Clarke Duncan, che nel 1999 recitò accanto a Tom Hanks ne Il Miglio Verde, drammatico resoconto della vita di un uomo innocente nel braccio della morte, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

 
 

L’attore era stato ricoverato lo scorso 13 luglio a causa di un infarto; già in quel frangente solo l’intervento della moglie riuscì a salvargli la vita, ma Duncan non si è mai ripreso e alla fine non ce l’ha fatta. Attore dotato di una grande presenza fisica, alto 1,96 cm, è sempre stato condizionato dal suo fisico nella scelta dei ruoli da interpretare che sono stati relativamente pochi.

Ha avuto anche una discreta carriera da doppiatore grazie alla sua voce possente e profonda. Come detto, lo ricordiamo ne Il Miglio Verde, per il quale ricevette la sua prima e unica nomination agli Oscar, prima ancora aveva lavorato in Armageddon e ne La Colazione dei Campioni e successivamente ha preso parte a grosse produzioni e film di successo come FBI Protezione Testimoni, Planeth of the Apes, Il re scorpione e più recentemente Sin City, è stato anche l’inedito Kingpin nero in Daredevil e uno sfortunato clone in The Island.

Alternando a tutto anche una discreta carriera televisiva, ha anche avorato molto come doppiatore, alcuni titoli che si sono avvalsi della sua collaborazione sono: Koda, fratello orso, Striscia, una zebra alla riscossa, Kung Fu Panda e l’ultimo Lanterna Verde.

La sua memoria rimarrà per sempre legata a John Coffey e a quella sua straordinaria performance.