Oltre a partecipare a commedie dai grandi numeri al botteghino, Will Ferrell ha spesso dimostrato di voler impegnarsi anche in progetti dal sapore diverso, come avvenuto nei casi di Vero come la finzione o Everything must go. Alla stessa categoria appartiene Flamingo Thief, scritto da Michael LeSieur (Tu, io e Dupree): adattamento dell’omonimo romanzo di Susan Trott, il Ladro di Fenicotteri seguirà le vicende di un avvocato che dopo essere stato piantato dalla moglie sviluppa una vera e propria sindrome ossessivo-compulsiva che lo spinge a rubare riproduzioni di fenicotteri di ogni tipo e dimensione. On attesa che il progetto (per certi versi simile a Everything Must Go: anche lì la storia prendeva le mosse dalla fine di un matrimonio), Ferrell tornerà sugli schermi in Marzo con Casa de mi padre (commedia spagnola di ambientazione messicana in cui l’erede in cui un ranch si troverà suo malgrado coinvolto nella lotta contro un narcotrafficante) e successivamente in Dog Fight di Jay Roach, dove invece si ‘scontrerà’ con Zach Galifianakis, nella storia di due candidati al Congresso americano in un collegio del profondo sud americano.

Fonte: Empire