Dan Abnett e Andy Lanning, sceneggiatori della reinvenzione del fumetto I Guardiani della Galassia risalente al 2008, hanno rilasciato alcune dichiarazioni sul progetto di un nuova pellicola sotto la supervisione della Marvel.

Ecco cosa hanno detto a CBR del progetto che probabilmente verrà affidato alla regia di James Gunn:

E ora, come riconoscimento del lavoro che avete fatto, la Marvel sta sviluppando un film sui Guardiani della Galassia che, stando al concept diffuso, sembrerebbe includere il team originale del vostro fumetto. Qual è stata la vostra reazione? Pensavate volessero farci un cartoon?

Abnett: Non proprio. Il fatto che la Marvel abbia deciso di fare il film è un grande complimento, significa che per loro ha un senso. Siamo molto felici, non vediamo l’ora di scoprire cosa succederà. Penso che chiunque avesse detto che un film dei Guardiani della Galassia avrebbe funzionato sarebbe stato derito, un paio d’anni fa. E’ una cosa insolita. Quindi penso sia molto bello lavorare a qualcosa e portarlo al punto da spingere la Marvel a dirci “sì, ha senso”. Siamo molto eccitati, ed è interessante vedere come procedono le cose.

[…] Siete stati coinvolti in qualche modo come consulenti, o comunque percepirete delle percentuali?

Abnett: Si tratta di personaggi Marvel, loro li svilupperanno come credono. Come ho detto, è già un grande complimento per noi il fatto che stiano lavorando al film, ma mi limiterò a dire che non siamo stati chiamati come consulenti in alcuna maniera. Abbiamo scritto questi fumetti come ingaggio da parte della Marvel, e se la Marvel ci chiamasse come consulenti ne saremmo ben lieti. La nostra interpretazione, comunque, è scritta nero su bianco.

Lanning: Penso che funzioni così, è il business. A volte fai da consulente ed è fantastico, mentre altre volte fanno il film per conto loro. Stanno utilizzando i fumetti come materiale base, e sono liberi di farci qualsiasi cosa. Se a un certo punto ci chiederanno una consulenza o ci daranno un biglietto per la premiere, sarà la ciliegina sulla torta per quanto ci riguarda. Ovviamente ci precipiteremmo, chi non lo farebbe? Ma bisogna essere professionali.

fonte: badtaste.it

Articolo precedenteThe Mortal instruments: prime foto dal set!
Articolo successivoJustice League: stop da Ben Affleck!
Nata a Palermo nel 1986 , a 13 anni scrive la sua prima recensione per il cineforum di classe su "tempi moderni": da quel giorno è sempre stata affetta da cinefilia inguaribile . Divora soprattutto film in costume e period drama ma può amare incondizionatamente una pellicola qualunque sia il genere . Studentessa di giurisprudenza , sogna una tesi su “ il verdetto “ di Sidney Lumet e si divide quotidianamente fra il mondo giuridico e quello cinematografico , al quale dedica pensieri e parole nel suo blog personale (http://firstimpressions86.blogspot.com/); dopo alcune collaborazioni e una pubblicazione su “ciak” con una recensione sul mitico “inception” , inizia la sua collaborazione con Cinefilos e guarda con fiducia a un futuro tutto da scrivere .