Noah

Noah Darren Aronofsky

A pochi mesi dalla data di uscita del film Noah, la Paramount fa marcia indietro non approvando la visione della storia da parte del regista Darren Aronofsky.

Noah racconta fantasticamente il dramma Biblico de L’Arca di Noè, ma sembra che questo nuovo punto di vista non sia piaciuto a gli spettatori di religioni varie che hanno presenziato alle proiezioni di prova a New York,Arizona e Orange County.

Dopo un investimento di 125 milioni di dollari, la Paramount ha quindi ora un problema con il film in quanto potrebbe perdere una larga fetta di pubblico come quella di religione Cristiana. Il Noah di Arofnosky infatti va oltre la mera descrizione che troviamo nella Bibbia : come lui disse in un intervista nel 2011 “Noah fu il primo ambientalista” e continua spiegando,“E’ un bel progetto ed è molto attuale perché tratta di una apocalisse ambientale che a mio avviso è un tema molto forte al momento, se guardiamo cosa sta succedendo al nostro pianeta.”

Oltre a questo problema la storia è raccontata in modo violento, pauroso e con un forte elemento del soprannaturale, che diverge dalla “favola” raccontata la domenica in chiesa.
Rob Moore vice presidente della Paramount afferma che stanno lavorando per trovare una soluzione e promette di dare al pubblico “una versione del film che Darren ha supervisionato”, senza specificare però chi dovrà scendere a compromessi.

A mettere in atto la visione di Darren Aronofsky (Requiem for a Dream, Il cigno nero) un cast importante che include Russell Crowe, Emma Watson, Jennifer Connelly, Logan Lerman, Ray Winstone e Anthony Hopkins.

Fonte : The Hollywood Reporter