Ant-ManJon Favreau ha legato indiscutibilmente il suo a nome a quello dei Marvel Studios quando nel 2008 girò Iron Man, un successo incredibile che lanciò definitivamente lo studio fumettistico verso la notorietà dei giorni attuali.
Durante il tour promozionale del suo ultimo film Chef, ha però voluto dire la sua opinione sulla vicenda che ha visto coinvolto Edgar Wright e il suo ex-film Ant-Man:

 

“Edgar è un mio caro amico, ero molto impaziente di vedere la sua versione di Ant-Man; tutti i film di Edgar sono personali mentre la Marvel ha costruito un intero franchise attorno al loro stile e vogliono che sia rispettato.
Conosco bene entrambe le parti e rispetto la decisione di Edgar nel rimanere fedele al suo stile, questo è tutto quello che posso dire.”

A Favreau è stato chiesto poi se quando stava girando Iron Man si sentì come ad un tavolo di gioco d’azzardo:

“Il mio modello è stato i Fantastici Quattro, un film con cui Fox sperava di raccogliere una certa somma di denaro a fronte di una certa spesa.
Con Iron Man abbiamo pensato in questo modo e abbiamo aggiunto un tono umoristico che alcuni franchise avevano perso, per esempio Bond: con Daniel Craig quel film ha ottenuto un nuovo tono e noi con Iron Man abbiamo dato un tono e una voce a quello che Marvel voleva fare, anche con le pellicole future.
Poi è arrivato il successo e la pressione, perchè nessuno si aspettava tanta notorietà, e da li diventa tutto più difficile”

Fonte: CBM