Greta Gerwig è la nuova arrivata nel ricchissimo club di attori che passano dietro la macchina da presa. Dopo essere diventata la star di molti film indie (purtroppo passati in sordina da noi) tra i quali Lo stravagante mondo di Greenberg, Frances Ha e l’ultimo Mistress America (qui il trailer), ai quali ha spesso anche contribuito alla sceneggiatura (senza dimenticare anche il suo occasionale ruolo di produttrice), ora l’attrice compirà il passo successivo il prossimo anno con Lady Bird.

Un percorso quindi sicuramente più compatto e solido rispetto a tanti altri suoi colleghi passati freneticamente in cabina di regia. Anche la scelta di non recitare nel suo stesso film, se sarà confermata, sarebbe abbastanza inusuale nell’ambiente che bazzica. Scarsi i dettagli sulla trama che dovrebbe girare attorno alla scelta di una giovane donna di traslocare da Sacramento e alla sua decisione di raccontare il suo ultimo anno nella città. Scott Rudin, Eli Bush e Evelyn O’Neill figurano tra i produttori, insieme alla IAC Films. La Gerwig arriverà prossimamente sugli schermi con Maggie’s Plan, Mistress America e Weiner-Dog.

Fonte: Empire