Jurassic World 2 avrà un sottotesto a sfondo politico

-

Nel corso di una recente intervista J.A. Bayona, che raccoglierà l’eredita di Colin Trevorow sostituendolo alla regia di Jurassic World 2, ha rivelato nuovi dettagli dell’ennesimo sequel della saga ideata da Steven Spielberg.

Stando alle ultime parole del regista sembrerebbe che la trama di Jurassic World 2 sia costruita su un sottotesto ad indirizzo politico. Ad espressa domanda circa la possibilità di assistere ad una narrazione a sfondo politico Bayona ha così risposto:

“Hai ragione penso che ci sarà molto di questo nel nuovo Jurassic. Penso sia molto interessante la direzione in cui il film si sta dirigendo. È molto diverso dagli altri film, parla molto del momento storico che stiamo vivendo. È più dark… ma sarà comunque molto divertente. È un Blockbuster con Chris Pratt, una grande avventura, ma il modo in cui sarà più dark degli altri è molto interessante.”

Mentre in merito a paragoni con A Monster Calls The Orphanage:

“Devi saper adattarti, capire dove ti trovi, Jurassic sarà molto diverso da A Monster Calls e The Orphanage, ma mi hanno chiamato proprio perché li hanno amati e volevano che dirigessi il nuovo Jurassic. Credo che riconoscerete degli elementi che vi riporteranno ai miei altri film ma allo stesso tempo sono molto cosciente che questa sia la creatura di Steven e cercherò di prendermene cura il più possibile ricordandomi dove mi trovo ogni volta.”

Jurassic World 2 uscirà al cinema il 22 giugno 2018Chris Pratt Bryce Dallas Howard torneranno nei panni dei protagonisti. Alla regia ci sarà Juan Antonio Bayona (The Impossible, A Monster Calls).

Jurassic World 2 si baserà su una sceneggiatura di Derek Connolly e Colin Trevorrow. A produrre la pellicola saranno Belén Atienza, Patrick Crowley e Frank Marshall. Produttori esecutivi invece saranno Steven Spielberg, Colin Trevorrow e Thomas Tull. 

Fonte: Coming Soon

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -