L’adattamento di Ghost in the Shell per il cinema, con protagonista Scarlett Johansson, non è stato accolto troppo bene, per il momento e sembra che le polemiche intorno al film non vogliano attenuarsi per il momento.

Già nel 2013-2014 però il film era in produzione e l’artista Jeff Simpson ha di recente diffuso dei concept del film in cui il personaggio del Maggiore ha il volto di Margot Robbie. Non sappiamo se l’attrice australiana sia stata presa in considerazione per il ruolo andato alla Johansson, ma sicuramente l’effetto è affascinante: [nggallery id=2674]

 

Ghost in the Shell recensione del film con Scarlett Johansson

A produrre il film per la Paramount Pictures ci sono Avi Arad (Iron Man)e Steven Paul con la Paramount al fianco della DreamWorks, dopo l’abbandono da parte della Disney. Produttori del film anche Steven Paul (Ghost Rider: Spirit of Vengeance), Michael Costigan (Prometheus ), Tetsu Fujimura (Tekken) e Jeffrey Silver (Edge of Tomorrow300).

Ghost in the Shell: Scarlett Johansson risponde alle critiche per il suo casting

Annunciato all’inizio del 2015, il film è diretto da Rupert Sanders e si baserà su una sceneggiatura scritta da Jonathan Herman. Nel cast oltre a Scarlett Johansson, anche Jamie Moss, Michael Pitt, William Wheeler Pilou Asbæk, Takeshi Kitano.

CORRELATI:

La prima opera ad entrare in questo franchise è il manga di Masamune Shirow, serializzato per la prima volta in Giappone sullo Young Magazine, nel 1989. I sequel disegnati dallo stesso Shirow sono Ghost in the Shell 1.5: Human-Error Processor, uscito in un volume unico nel 2003, e Ghost in the Shell 2: ManMachine Interface, uscito in un volume unico nel 2001.