suicide squad 2

DC e polemica, due parole ormai inscindibili che ormai fanno capolino in ogni angolo del libero web; soprattutto tra le pieghe dei social network, dove le opinioni dei fan incontrano le risposte degli addetti ai lavori. L’ultimo caso vede protagonista David Ayer, regista di Suicide Squad (e del prossimo Gotham City Sirens, progetto collettivo con Harley Quinn, Catwoman e Poison Ivy) che ha ribadito il senso di una polemica iniziata l’anno scorso dopo l’uscita nelle sale del film riguardante il poco spazio riservato al personaggio di Joker.

 

Le parole del regista, all’epoca, furono più o meno le seguenti: “Vorrei avere una macchina del tempo per tornare indietro e portare il Joker di Leto al centro della storia“. Oggi invece, ribattendo ad un commento su Twitter, Ayer scrive che il suo più grande rimpianto è quello di non aver reso Joker il villain principale di Suicide Squad, in riferimento al minutaggio limitato di cui soffre il personaggio (scalzato sullo schermo da Enchantress di Cara Delevingne).

David Ayer pubblica una foto inedita di Joker e Harley

Snobbato dalla critica ma sorprendentemente premiato dal pubblico, il film avrà pure incassato cifre da capogiro al box office (745 milioni di dollari) ma presentava evidenti problemi di montaggio e di creazione dell’identità del main villain, troppo debole in confronto al peso specifico di un cavallo di razza come Joker. Perfino le aspettative date dal trailer, dove vedevamo Jared Leto occupare la maggior parte delle scene, sono state tradite poi dal risultato finale. Che le riprese aggiuntive effettuate dopo la fine della produzione abbiano cambiato le intenzioni di Ayer? La questione rende molto simili, ammettiamolo, la sorte di Suicide Squad e dell’ultimo arrivato Justice League.

E voi cosa ne pensate? Avreste voluto Joker protagonista assoluto?

Fonte: ScreenRant