Ventidue anni fa la carriera di un giovanissimo Leonardo DiCaprio venne definitivamente lanciata da Titanic, kolossal scritto e diretto da James Cameron e vincitore di ben undici premi Oscar, ma a quanto pare l’attore non fu la prima scelta del regista durante le sessioni di casting per il ruolo del romantico Jack Dawson.

 
 

Per la parte era stato infatti considerato anche un altro (all’epoca) giovane emergente, Matthew McConaughey, che aveva già lavorato con Richard Linklater in La vita è un sogno e con Joel Schumacher in Il momento di uccidere, e che Cameron aveva ormai puntato come interprete definitivo. Fino all’arrivo del collega, il cui provino fu determinante per una precisa ragione:

Matthew ha letto la parte e solo dopo abbiamo incontrato Leo. Venne per un colloquio e successe una cosa strana: guardando in giro per la stanza tutte le donne erano accorse all’incontro…c’era la ragioniera, la guardia di sicurezza, lì che ammiravano questo ragazzo. Quindi ho pensato che forse avrei fatto meglio a sceglierlo per il film“.

James Cameron tra Terminator e Alien, il suo ritorno al passato

La simpatica rivelazione è avvenuta durante il Tonight Show di Jimmy Fallon, dove il regista si è recato per promuovere la sua ultima fatica produttiva Alita – L’angelo della Battaglia (blockbuster diretto da Robert Rodriguez e distribuito da 20th Century Fox).

Insomma pare che il fascino travolgente di DiCaprio abbia completamente catalizzato l’attenzione di ogni donna, tale da convincere Cameron a tornare sui suoi passi e optare per un altro attore al posto dello “sfortunato” McConaughey.

I due rivali si sarebbero scontrati diversi anni dopo agli Oscar nella categoria Miglior Protagonista, uno con Dallas Buyers Club (grazie al quale vinse l’ambita statuetta), l’altro con The Wolf Of Wall Street.

Fonte: The Tonight Show Starring Jimmy Fallon