Kitty Pryde: la Fox sta ancora sviluppando il film?

189

Più o meno un anno fa la Fox aveva assunto il fumettista Brian Michael Bendis per scrivere la sceneggiatura di uno spin-off sugli X-Men dedicato al personaggio di Kitty Pryde (la Mutante interpretata sul grande schermo da Ellen Page in Conflitto Finale e Giorni di un futuro passato). Da allora si sono avvicendati un regista, Tim Miller (quello del primo Deadpool) e un titolo di lavorazione (143, chiaro riferimento a Uncanny X-Men #143, uno degli albi con protagonista Kitty Pryde), ma il recente accordo tra l’azienda e la Disney, con la conseguente cessione dei diritti sugli eroi Marvel, sembrava aver scombinato i piani.

Sull’argomento però è tornato a parlare lo stesso Bendis su Twitter, rispondendo ad una domanda di un utente e rivelando che la Fox starebbe ancora sviluppando il progetto con il suo script – in fase di stesura – e un’ambientazione “surreale e deliziosa, tra la X mansion e la fortezza della solitudine“.

https://twitter.com/BRIANMBENDIS/status/1092246113212456960?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1092246113212456960&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.comicbookmovie.com%2Fx-men%2Fbrian-michael-bendis-insists-that-his-x-men-kitty-pryde-movie-is-still-being-developed-at-fox-a166220

Kitty Pryde: il film si farà?

Dunque possiamo confermare che il film si farà e che uscirà nelle sale? Difficile dirlo senza una conferma da parte degli studios.

Per quanto riguarda il cast, la presenza di Ellen Page sarebbe piuttosto improbabile, anche se l’attrice si era detta entusiasta all’idea di tornare nei panni dell’eroina. Mi è piaciuto interpretare Kitty Pryde e penso sia uno dei ruoli in cui avrei potuto dare di più” aveva raccontato in un’intervista, “La mia esperienza nei film di X-Men non è stata così lunga e lei è davvero un grande personaggio. Non so nulla del film ma volendo essere onesta, si, mi piacerebbe farlo“.

Creata da Chris Claremont e John Byrne neli primi anni Ottanta, Kitty Pryde è una mutante con il potere dell’intangibilità, cioè l’abilità di attraversare qualunque oggetto solido. Durante la sua storia editoriale, ha assunto diversi nomi in codice, tra cui SpriteAriel, e Shadowcat.

Fonte: Brian Michael Bendis