cinemask

La Universal e i cinema della catena AMC hanno annunciato un accordo pluriennale in cui i film distribuiti con i marchi Universal Pictures e Focus Features saranno distribuito nei cinema AMC negli Stati Uniti con una finestra di esclusiva di 17 giorni. Fino ad ora, la finestra cinematografica era di 90 giorni. Il nuovo accordo prevede che i film distribuiti da Universal Pictures e Focus Features possano essere proiettati nei cinema AMC per tre fine settimana prima di essere proiettati su piattaforme video on demand premium, tra cui AMC Theatres On Demand. Per quello che riguarda gli accordi internazionali, le due parti non si sono ancora esposte.

“L’esperienza cinematografica continua ad essere la pietra angolare della nostra attività – ha dichiarato Donna Langley, presidente della Universal Filmed Entertainment Group – La partnership che abbiamo stretto con AMC è guidata dal nostro desiderio collettivo di garantire un futuro fiorente per l’ecosistema di distribuzione cinematografica e di soddisfare la domanda dei consumatori con flessibilità e opzionalità”.

Peter Levinsohn, vicepresidente della Universal e Chief Distribution Officer, ha aggiunto: “L’impegno di Universal per l’innovazione nel modo in cui forniamo contenuti al pubblico è ciò che tutti i nostri artisti, partner e azionisti si aspettano da noi, e siamo entusiasti dell’opportunità che questo nuovo accordo presenta per far crescere la nostro attività commerciale. Siamo grati ad AMC per la collaborazione e la leadership che hanno dimostrato nel lavorare con noi per raggiungere questo storico accordo.”

L’accordo rivoluzionario segue le turbolente vicende del 2020 che hanno visto opporsi proprio Universal e AMC Theatres. La compagnia ha annunciato ad aprile che stava considerando l’idea di mettere al bando i titoli della Universal Pictures dopo che lo studio stesso aveva distribuito Trolls World Tour direttamente su piattaforme PVOD, con un successo notevole. Lo studio ha anche infranto la finestra cinematografica dei 90 giorni per rendere disponibili film come The Invisible Man, The Hunt ed Emma sulle piattaforme, dato che le uscite cinematografiche erano state falsate dalla pandemia.

L’esperienza positiva degli incassi di Trolls World Tour, direttamente in PVOD, ha dato sicurezza allo studio e ha inasprito un rapporto che alla luce dell’accordo annunciato oggi da Indiewire sembra essersi ricucito. La sigla a questo contratto lascia aperto un panorama decisamente nuovo per la fruizione cinematografica i cui sviluppi potrebbero cambiare definitivamente il profilo della distribuzione delle grandi major.