fast and furious 9

Era da un po’ di tempo che si parlava della possibilità che parte del nuovo Fast and Furious 9 potesse essere ambientata nello spazio, come anticipato in passato – in maniera del tutto involontaria – da uno dei membri del cast, ossia Ludacris, interprete di Tej Parker.

 
 

Adesso è stata Michelle Rodriguez (interprete di Letty Ortiz) a confermare che, effettivamente, nel film ci saranno alcune scene ambientate nello spazio. Ospite del Jess Cagle Show su Sirius MX, è stato chiesto all’attrice di confermare le voci avanzate proprio grazie alle passate dichiarazioni del collega. “Non ci credo. Come avete fatto a scoprirlo?”, ha dichiarato l’attrice. “Vedete cosa succede? Le persone iniziano a parlare dietro le quinte. Quando un film non esce e lo si dimentica, le cose iniziano a saltare fuori. Nessuno doveva saperlo…”

Stando alle parole di Rodriguez, però, le sequenze ambientate nello spazio non coinvolgeranno il suo personaggio in prima persona: “Comunque no, non sono così fortunata da andare nello spazio, ma almeno abbiamo avuto una sceneggiatrice e ci è stato mostrato un sacco di amore per questo film. E tutto questo grazie a… Justin Lin. Siamo riuscite ad ottenere maggiore attenzione per le ragazze nel film. Spero davvero che ciò si evinca dal risultato finale.”

Tutto quello che c’è da sapere su Fast and Furious 9

In Fast and Furious 9 reciteranno i veterani del franchise Vin DieselCharlize TheronJohn CenaMichelle RodriguezJordana BrewsterLudacrisTyrese Gibson e Helen Mirren. Nel cast anche Michael Rooker e Cardi B.

La regia sarà firmata da Justin Lin, già regista di numerosi capitoli del franchise, mentre la release del film è stata spostata all’aprile 2021 (inizialmente il film sarebbe dovuto arrivare al cinema nel 2020).

Ricordiamo che il decimo capitolo della saga è già in pre-produzione. Secondo quanto riferito, il capitolo numero 10 della saga concluderà definitivamente la serie principale Fast and Furious, a seguito degli eventi che vedremo nel nono capitolo. Questa informazione ci fa pensare che alla fine del franchise si sia pensato più a un dittico di chiusura che a due film separati.