star wars

Il romanzo basato su Star Wars: L’Ascesa di Skywalker conferma un importante dettaglio a proposito del ritorno di Palpatine nel film di J.J. Abrams: quello che abbiamo visto sul grande schermo era in realtà un clone del “vero” Signore Oscuro dei Sith.

 

Nonostante il romanzo non sia ancora stato messo ufficialmente in commercio (negli Stati Uniti arriverà il prossimo 17 marzo), la Lucasfilm Publishing ha deciso di venderne anticipatamente alcune copie durante la convention nerd C2E2 di Chicago lo scorso fine settimana. Ovviamente, alcuni passaggi del romanzo sono già approdati online.

Il libro conferma davvero che lo spirito dell’Imperatore Palpatine è stato trasferito in un corpo clonato. Quando Kylo Ren arriva su Exegol e incontra Palpatine, osserva da vicino il macchinario a cui l’Imperatore è fisicamente legato e lo riconosce grazie ai suoi studi sulle Guerre del Cloni. Deduce, così, che lo spirito del Lato Oscuro di Palpatine sia troppo forte per il corpo clonato a cui è stato destinato: ciò gli sta causando una grave degenerazione.

LEGGI ANCHE – Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, tagliato un collegamento con Darth Vader

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, l’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

Il cast del film comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran, con Ian McDiarmid Billy Dee Williams.

Diretto da J.J. Abrams e prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è scritto da J.J. Abrams e Chris Terrio, mentre Callum Greene, Tommy Gormley e Jason McGatlin sono i produttori esecutivi.

Fonte: ScreenRant