batman

Danny Elfman, autore delle musiche dell’iconico Batman di Tim Burton uscito nel 1989, ha rivelato di essere particolarmente insoddisfatto per l’impiego della versione finale della sua colonna sonora nel film con protagonisti Michael Keaton nei panni di Bruce Wayne e Jack Nicholson in quelli del Joker.

Nonostante l’attenzione di Burton ai dettagli, l’opinion che ha oggi Elfman sul film è stata leggermente condizionata dal modo in cui è stata gestita la colonna sonora. Come riportato da Bleeding Cool, Elfman ha parlato di recente proprio del modo in cui le sue musiche sono state incorporate nel film: secondo il celebre compositore, la colonna sonora sarebbe stato drasticamente modificata, perdendo gran parte della sua complessità orchestrale a favore di semplice percussioni.

“Ero terribilmente insoddisfatto della colonna sonora di Batman. Abbiamo registrato su tre canali, come si faceva una volta, ma hanno eliminato completamente quello centrale. Alla fine, la musica non dava alcun apporto alle scene. Con Batman avrei potuto far suonare qualsiasi cosa all’orchestra. Avremmo potuto inserirci delle percussioni, un’armonica, persino un banjo. Nel film è impossibile accorgersi di cosa sta realmente facendo l’orchestra. Tutto quello che riesci a sentire sono soltanto un po’ di percussioni nei momenti più spettacolari.”

Poi ha aggiunto: “Quell’esperienza mi è comunque servita perché ho imparato che anche i cosiddetti professionisti possono prendere la colonna sonora di un film e fare il loro lavoro in maniera molto superficiale, in un modo che sia per loro facile, ossia mettere da parte la musica e dare maggiore risalto ai dialoghi.”

Danny Elfman è un collaboratore abituale di Tim Burton. Oltre a Batman e Batman – Il ritorno, ha curato le musiche di quasi tutti i film dell’amatissimo regista, inclusi Beetlejuice – Spiritello porcello, Edward mani di forbice, Mars Attacks!, Il mistero di Sleepy Hollow, Big Fish, Alice in Wonderland e il più recente Dumbo