Rupert Grint, che ha interpretato Ron Weasley nella saga di Harry Potter, ha ammesso di aver visto solo i primi tre film del franchise. Sono passati dieci anni dall’uscita del capitolo finale dell’amatissima serie cinematografica in otto parti e quattordici anni da quando l’autrice J.K. Rowling ha completato il romanzo finale della saga letteraria. Tuttavia, la popolarità di Harry Potter continua ancora oggi.

 

Naturalmente, i fan non hanno mai avuto realmente la possibilità di distaccarsi definitivamente dal mondo magico. Attraverso prequel/spin-off, produzioni teatrali, videogiochi e una nuova potenziale serie tv, le creazioni di Rowling continuano a essere al centro dell’attenzione, anche quando le polemiche hanno minacciato di alterarne l’eredità. Essendo uno dei personaggi chiave sia dei romanzi che dei film, anche Ron ha la sua fedele schiera di fan, nonostante ancora oggi si continui a discutere sulla conclusione del suo arco narrativo (in particolare della sua storia d’amore con Hermione) e delle sue abilità magiche, decisamente “minori” rispetto a quelle dei suoi compagni.

Nella vita reale, la carriera di Rupert Grint non è stata così sfavillante come quelle di Daniel Radcliffe e (ancora di più) Emma Watson, ma a prescindere da questo, i fan di Harry Potter sanno bene che la serie non sarebbe la stessa senza Ron. Tuttavia, in una nuova intervista con Variety, Grint ha rivelato di non essere un devoto al Wizarding World come molti fan si aspettano…

Dopo aver ammesso di aver visto soltanto i primi tre film del franchise, ma soltanto in occasione delle anteprime mondiali, Grint ha continuato dicendo che ora che è padre, probabilmente finirà di guardare l’intera serie con sua figlia, ad un certo punto, in futuro: “Forse ho visto soltanto i primi tre film della saga, alle rispettive premiere, ma poi ho smesso di guardarli. Ma ora che ho una figlia, probabilmente, dovrò guardarli insieme a lei.”

Anche se potrebbe sembrare strano, la verità è che non è così inusuale per alcuni attori non amare rivedersi sul grande schermo. Sempre di recente, un altro membro del cast di Harry Potter, Matthew Lewis, interprete di Neville Paciock, ha rivelato di avere dei problemi a riguardare i film della saga oggi. L’attore aveva spiegato: “Trovo abbastanza difficile quando in un personaggio inizia ad emergere troppo di me. È più facile quando posso interpretare qualcuno di completamente diverso, come un agente di polizia a Londra o una persona ricca… A volte è doloroso vedere quanto di me c’è in Neville. Quando riguardo i film, spesso penso: ‘Quello non è Neville. Sei tu’.”