Johnny Depp Venezia 76
di Luigi De Pompeis

Johnny Depp parla della sua battaglia legale in corso con l’ex moglie Amber Heard. I due si sono sposati nel 2015 dopo aver iniziato una relazione sul set di The Rum Diary – cronache di una passione nel 2009. Il matrimonio e la relazione hanno avuto un enorme impatto su Hollywood e sui fan, che li volevano insieme molto prima che i due ufficializzassero la relazione.

Sfortunatamente, il matrimonio non si è rivelato essere la favola che molti avevano sperato che fosse, con la Heard che ha chiesto il divorzio nel 2016 e ha accusato Depp di violenza domestica. Depp, tuttavia, ha negato tali accuse, insistendo sul fatto che Heard stava “tentando di ottenere una risoluzione finanziaria prematura accusandolo abusi”. Ne è seguita poi una battaglia legale, le cui ripercussioni continuano a farsi sentire ancora oggi.

Prima che il divorzio tra Depp e Heard fosse finalizzato nel 2017, la coppia ha raggiunto un accordo extragiudiziale di 7 milioni di dollari, dove Heard ha ritirato la sua richiesta di un ordine restrittivo per violenza domestica. Nei mesi successivi la coppia ha rilasciato anche una dichiarazione congiunta sulla loro separazione, oltre a firmare una clausola di non denigrazione che impediva loro di parlare male l’uno dell’altro.

Ma nel 2018, Heard ha scritto un editoriale per il Washington Post, dicendo che Depp l’aveva abusata fisicamente. La causa ha portato Depp a citare in giudizio la sua ex moglie per $ 50 milioni, e le indagini in merito sono ancora in corso. Nel frattempo, The Sun ha pubblicato un articolo definendo Depp un “picchiatore di mogli” in riferimento al suo precedente matrimonio. Depp ha quindi fatto causa a The Sun per diffamazione nel luglio 2020, ma nel novembre dello stesso anno il tribunale inglese si è espresso in favore del giornale.

Successivamente, la Warner Bros ha chiesto a Johnny Depp di dimettersi dal suo ruolo di Gellert Grindelwald nel prossimo film di Animali fantastici, ruolo che aveva interpretato con grande successo già in due film, e ora Mads Mikkelsen sarà il nuovo Grindelwald. Ora, per la prima volta dopo molto tempo, Depp ha parlato di come la sua battaglia legale con Heard e il tabloid britannico stia influenzando la sua carriera.

In una recente conversazione con il Sunday Times (tramite Comicbook), Depp ha affermato che Hollywood lo sta boicottando per i suoi problemi legali. L’attore ha fatto riferimento in particolare al suo ultimo lungometraggio, il dramma storico Minamata, che è stato presentato in anteprima nel Regno Unito venerdì ma deve ancora uscire negli Stati Uniti. Depp ha insinuato che il motivo per cui il suo film non è stato ancora distribuito negli Stati Uniti è la sua causa per diffamazione contro The Sun e il suo caso pendente contro Heard, che, a questo punto, rappresentano i principali ostacoli alla sua carriera. Depp ha dichiarato:

“Abbiamo guardato queste persone negli occhi e abbiamo promesso che non avremmo sfruttato la situazione. Che il film fosse rispettoso (in riferimento ai fatti reali che il film racconta, ndr) Credo che abbiamo mantenuto la nostra parte del patto, ma anche quelli che vengono dopo dovrebbero mantenere la loro.

Alcuni film toccano le persone. E questo riguarda quelle di Minamata e le persone che sperimentano cose simili. E per qualsiasi cosa… Per il boicottaggio di Hollywood nei miei confronti? Un uomo, un attore in una situazione spiacevole e disordinata, negli ultimi anni?

Mi sto muovendo verso dove devo andare per fare tutto questo… Per portare le cose alla luce”.