wandavision

WandaVision è una serie che, almeno all’apparenza, ha generato un flusso ininterrotto di teorie da parte dei fan. Tra queste, la più quotata era che Mefisto avrebbe fatto la sua comparsa ad un certo punto, probabilmente nel gran finale. Tuttavia, quando Evan Peters è apparso davanti a Wanda nei panni di “Pietro Maximoff”, in molti erano convinti che la porta del Multiverso fosse stata finalmente aperta e che il MCU avrebbe avuto un “nuovo” Quicksilver.

Alla fine, abbiamo scoperto che il “finto” Pietro era soltanto un abitante di Westview caduto sotto l’incantesimo di Agatha Harkenss, di nome Ralph Bohner. Sotto l’influenza di Agatha, Ralph è stato costretto a vestire i panni di Pietro nel tentativo di scoprire come Wanda avesse creato l’Hex attorno a Westview.

Durante una recente intervista (via ComicBook), lo showrunner Jac Shaeffer ha parlato della decisione di introdurre un altro Pietro e ha spiegato che c’era una buona ragione per coinvolgere Peters. “Abbiamo fatto venire uno specialista del dolore nella stanza degli scrittori e abbiamo fatto delle ricerche sul lutto. Abbiamo scoperto che c’è molto su come le persone ricordano i volti”, ha spiegato. “L’ansia di non ricordare i volti dei tuoi cari, di ricordare male un volto caro o di ricordare attivamente le cose come tattica di autoconservazione… tutto questo è diventato estremamente affascinante per noi.”

“Abbiamo pensato che il casting di Evan Peters per il ruolo, non solo avrebbe avuto quell’effetto su Wanda, ma sarebbe stato anche meta-strato per il pubblico”, ha aggiunto Schaeffer. Quindi, nonostante quello che alcuni fan possano pensare, i Marvel Studios non hanno mai avuto intenzione di “trollare” i fan!

È stata chiaramente una decisione ponderata, ma al tempo stesso era inevitabile che i fan non sperassero che Peters sarebbe stato un’aggiunta permanente al MCU. Ovviamente, sappiamo che non sarà così, e anche se potremmo rivedere Ralph, quella di Quicksilver è ormai finita.