- Pubblicità -

Le riprese di Glass di M. Night Shyamalan si sono concluse e il film ha ormai già una forma che può rappresentare un montaggio grezzo. Il film è stato infatti già mostrato a un pubblico selezionato che ha avuto modo di vedere in anteprima il film che chiuderà la trilogia formata con Unbreakable e Split.

Il regista ha scritto su Twitter che le reazioni alla proiezione e al film sono state “molto molto gentili”. Non si tratta di sensazionalismi o di reazioni allarmate, ma il regista sembra fiducioso.

Glass: per Jason Blum sarà un film di supereroi molto diverso

Qui la prima sinossi: Dunn (Bruce Willis) sta dando la caccia alla Bestia, controparte sovrumana di Crumb (James McAvoy), scontrandosi con lui in maniera sempre più aspra. Intanto Price (Samuel L. Jackson) emerge dall’ombra, nascondendo dei segreti che si riveleranno pericolosi per entrambi.

Interpretato da Samuel L. Jackson, James McAvoy, Bruce Willis e dall’attrice vincitrice del Golden Globe Sarah Paulson, Glass porta avanti le vicende narrate in Unbreakable – Il Predestinato (2000) e Split (2016), entrambi scritti e diretti dallo stesso Shyamalan. Glass vede David Dunn all’inseguimento dell’identità sovrumana di Kevin Wendell Crumb, ovvero la Bestia, in un susseguirsi di incontri sempre più pericolosi. Elijah Price, noto anche con lo pseudonimo de “l’Uomo di Vetro”, emergerà dall’ombra in possesso di segreti decisivi per entrambi gli uomini.

Glass, recensione del film di M. Night Shyamalan

- Pubblicità -