Oscar 2018 Casey Affleck

All’indomani delle nomination agli Oscar 2018, Casey Affleck ha annunciato che non sarà presente alla cerimonia del 4 Marzo per premiare la Migliore attrice protagonista.

A farlo sapere è lo stesso attore che ha deciso, pare deliberatamente, di farsi da parte a causa del clima di fermento che agita Hollywood in merito alle denunce di abusi e maltrattamenti nel mondo del cinema.

Facciamo un passo indietro: durante la lavorazione del finto documentario I’m still here, diretto da Casey Affleck, l’attore e regista fu accusato di molestie sul set, ragion per cui, durante la cerimonia degli Oscar 2017, quando Brie Larson lo premiò come Migliore attore protagonista per Manchester By the Sea, mostrò freddezza nel consegnargli la statuetta.

Oscar 2018 nomination: ecco tutti i candidati ai 90° Academy Awards

La storia risale al 2010, quando Affleck venne denunciato da Magdalena Górka e Amanda White, due donne che lavoravano al film con protagonista Joaquin Phoenix. In entrambi i casi, Affleck fu accusato di aver tentato di forzare un rapporto sessuale, e la Górka ha addirittura dichiarato che l’attore si infilò nel suo letto, mentre dormiva. Le due donne hanno anche accusato l’attore di linguaggio abusivo e inappropriato. Entrambi i casi sono stati risolti fuori dal tribunale, chiusi con una somma non specificata, ma l’intera storia è stata portata alla luce all’indomani della nomination agli Oscar di Affleck per il film di Kenneth Lonergan.

In quanto Migliore attore protagonista in carica, tradizione vuole che sia proprio Casey ad annunciare la Migliore protagonista agli Oscar 2018, ma dato che i premi seguiranno l’onda del #MeToo e di Time’s Up, come è stato per i Golden Globes, l’attore ha deciso di farsi da parte.

Ragionando a mente fredda, Casey Affleck potrebbe aver fatto la scelta più saggia, togliendosi dai riflettori in una situazione di prestigio che si sarebbe senz’altro concentrata sulle sue accuse, togliendo spazio ai vincitori della serata.

Fonte: Deadline