Tre Manifesti a Ebbing, Missouri ispira la vita reale: i manifesti a Londra e in Florida

-

Il cinema è ispirato alla vita reale, ma molte volte accade il contrario, come nel caso del film di Martin McDonagh Tre Manifesti a Ebbing, Missouri. I manifesti del titolo, che danno inizio alla vicenda nella storia con protagonista Frances McDormand, sono stati adattati per denunciare due gravi fatti di cronaca.

Il primo caso è quello inglese, dove i tre manifesti sono stati usati per denunciare la mancanza di un colpevole per l’incendio della Grenfell Tower a Londra, dove un anno fa morirono 71 persone.

Il secondo caso, più fedele a quello del film in cui si fa nome e cognome del “responsabile” della mancanza di giustizia, è quello della Florida, dove questo metodo di denuncia è stato sfruttato per chiamare in causa il Senatore Marco Rubio, colpevole di non aver avviato ancora nessuno riforma in merito al controllo delle armi, a seguito dell’ennesima terribile strage in una scuola.

Nel film, l’effetto dei manifesti è nell’immediato violento, smuove le coscienze della piccola cittadina del Missouri, ma non porta a grandi risultati. Non sappiamo se questa forma di protesta creativa avrà seguito, ma in entrambi i casi si tratta di questione gravissime e che meritano l’attenzione delle autorità.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri recensione del film con Frances McDormand

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -