Il consiglio di amministrazione della Fondazione Cinema per Roma che si è tenuto ieri ha finalmente dato il via libera all’edizione 2012 del Festival con una serie di decisioni chiave, in tempo per presiedere Cannes e lavorare.

 
 

Il progetto che vede un budget da circa 11 milioni è stato votato a maggioranza (tra i favorevoli la Regione e il Comune, contraria la Provincia), e ha fissato le date di questa edizione che – dopo lunge discussioni – sono state scelte  per il 9-17 novembre. Anticipare la kermesse, come richiesto dal Torino Film Festival, avrebbe creato troppi conflitti con l’American Film Market, visto e considerato che a Roma Business Street (l’unico in Italia, e tra i primi tre in Europa, della quale sarà responsabile Diamara Parodi) avrà un ruolo molto importante. Rimane quindi una situazione di scontro aperto con Torino, che quest’anno compie 30 anni.

Lamberto Mancini sarà direttore generale, mentre Marco Mueller firmerà oggi un contratto triennale (più un anno di stipendio in caso di rescissione) da 120.000 euro l’anno che ufficializzerà la sua carica di direttore artistico del Festival. Per quanto riguarda la sede, per quest’anno rimarrà l’Auditorium Parco della Musica.