venezia-70Dal 28 agosto al Lido di Venezia si rinnova la tradizione d’ospitalità della Villa degli Autori che, in un décor tutto nuovo, si apre alla convivialità grazie all’impegno di una formidabile squadra di banqueting coordinata da I-Club al servizio di chi ama il cinema e di chi lo fa.

 
 

Protagonisti di quello che non è certo un ristorante, bensì un luogo di ritrovo a inviti per momenti anche di relax, festa e buona tavola, saranno quest’anno i vini rossi della Toscana e i vini bianchi delle Tre Venezie, in una amichevole sfida enologica.

Negli 11 giorni della Mostra del Cinema verranno stappate oltre 500 bottiglie dei migliori vitigni, quasi 200 bottiglie di prosecco doc, accompagnate da 1.650 bottiglie d’acqua, 360 bottiglie di birra di qualità artigianale. Protagonisti sulla tavola saranno i 14 tipi di pasta (per un totale di oltre 60 kg) della migliore tradizione partenopea, 60 kg di cinghiale toscano, le migliori specialità venete e quelle delle cucine regionali dalla Sicilia alla Sardegna.

New entry di quest’anno è il Toscana Resort Castelfalfi che ha voluto festeggiare il decennale delle Giornate degli Autori con una speciale etichetta a brandizzare i suoi vini rossi e l’olio di frantoio che decorerà ogni tavola, così come speciali confezioni di biscotti della fortuna dedicati a ogni ospite, alcuni dei quali contenenti un voucher per un soggiorno omaggio. Ma non verrà meno la tradizionale ospitalità veneta garantita dalle migliori cantine regionali friulane Bessich e Buzzinelli e dalla pregiata grappa di prime uve Maschio, mentre al caffè penserà l’antica bottega veneziana della Torrefazione Marchi con oltre 4.000 caffè nel corso dell’intera Mostra. A dirigere le operazioni sarà una volta ancora lo chef Andrea Miron, il “re dei funghi” del Ristorante Miron di Nervesa della Battaglia (Treviso).

sigla giornate degli autori