- Pubblicità -

Marlon Brando è uno degli attori che ha fatto la storia del cinema. Conosciuto per il suo carattere ribelle, grande difensore dei nativi americani, Brando ha dato vita a ruoli cinematografici indimenticabili, sia in gioventù che in vecchiaia. Ancora oggi è uno degli attori più intensi che si siano mai visti sul grande schermo o sul palcoscenico.

- Pubblicità -

Ecco dieci cose che, forse, non sapevate di Marlon Brando.

Marlon Brando: film

 

1. Ha recitato in capolavori del cinema. Brando debutta sul grande schermo in Il mio corpo di appartiene (1950), per poi recitare in Un tram che si chiama Desiderio (1951), Viva Zapata! (1952), Giulio Cesare (1953), Il selvaggio (1953) e Fronte del porto (1954), con cui si consacra. Successivamente reciterà in celebri film come Bulli e pupe (1955), Pelle di serpente (1960), Gli ammutinati del Bounty (1962) e La contessa di Hong Kong (1967). Dopo un periodo di stallo, torna poi alla ribalta grazie a film come Il padrino (1972), con Al Pacino, Ultimo tango a Parigi (1972), Superman (1978), e Apocalypse Now (1979). Tra i suoi ultimi film si annoverano Don Juan De Marco – Maestro d’amore (1995), Il coraggioso (1997), di Johnny Depp, e The Score (2001), con Robert De Niro.

2. Ha diretto anche un suo film. Oltre ad essere uno dei più importanti attori di sempre, Brando decise in un’occasione di cimentarsi anche con la regia. Nel 1961, infatti, debutto dietro la macchina da presa con I due volti della vendetta, il cui titolo originale è One-Eyed Jack. Si tratta di un western che vede Brando anche come principale protagonista, il quale era anche il detentore dei diritti del romanzo dal quale il film è tratto, The Authentic Death of Hendry Jones di Charles Neider. Originariamente, secondo alcune fonti, alla regia doveva esserci uno tra Stanley Kubrick e Sam Peckinpah, ma non essendo soddisfatto di loro Brando decise di dirigerlo egli stesso.

3. Ha vinto due Oscar. Naturalmente Brando è anche uno degli attori più premiati della storia. Egli vanta infatti ben 6 Golden Globe e tre Bafta Awards a fronte di diverse altre nomination ricevute ai due premi. In particolare, però, Brando è stato nominato per ben 8 volte al premio Oscar, vincendolo in due occasioni per i film Fronte del porto e Il padrino. Gli altri film per cui ha ricevuto una nomination sono Un tram che si chiama Desiderio, Viva Zapata!, Giulio Cesare, Sayonara, Ultimo Tango a Parigi e Un’arida stagione bianca.

marlon brando

Marlon Brando: Il Padrino

4. Fu fortemente voluto dal regista. Nel 1972 Brando venne scelto per interpretare Vito Corleone in Il Padrino di Francis Ford Coppola. Egli venne scelto su volere di Coppola stesso, ma la Paramount Pictures però aveva molti timori a riguardo, in quanto la carriera di Brando all’epoca era in forte declino e l’attore era noto per il suo comportamento imprevedibile e ingestibile. Per acconsentire alla sua assunzione, lo studios decise di fargli firmare un contratto dove l’attore si impegnava a garantire una buona condotta dentro e fuori dal set, evitando ogni possibile eccesso.

5. Ideò personalmente la caratterizzazione del suo personaggio. Per risultare convincente al provino, Brando si truccò per apparire più anziano. Diede inoltre al suo personaggio un aspetto da bulldog, mettendo del cotone in bocca per appesantire le guance. Lo stratagemma impressionò così tanto Coppola da fargli decide di lasciare questa caratterizzazione anche nel film. Venne dunque realizzata una speciale dentiera che permetteva all’attore di ottenere lo stesso effetto sulle guance. Ancora oggi è il tratto più distintivo del Don Vito Corleone di Brando.

Marlon Brando in Apocalipse Now

6. Richiese che le sue scene fossero girate in penombra. Un altro dei ruoli più iconici nella carriera di Brando è quello di Walter E. Kurtz in Apocalypse Now. Come noto, però, egli diede non pochi problemi sul set del film. Quando si presentò per la prima volta, infatti, tutti si accorsero della quantità di peso acquisita dall’attore e per nascondere ciò Brando richiese che le sue scene venissero girate in penombra, al fine di nascondere il suo fisico. Molte scene vennero tuttavia eliminate proprio per via del suo peso eccessivo. Brando, inoltre, improvvisò la gran parte delle sue battute, tra cui il celebre monologo pronunciato dal suo personaggio.

Marlon Brando e Michael Jackson

Marlon Brando e Michael Jackson

7. Marlon Brando era molto amico di Michael Jackson. I due si conobbero in quanto il figlio di Brando, Miko, divenne una delle guardie del corpo del re del pop, e diventarono molto amici. Brando prese parte anche al videoclip di You Rock My World, brano di Michael Jackson del 2001; il realtà il videoclip è un vero e proprio cortometraggio. Oltre a varie storie presunte, come quella che rivela che Jackson abbia chiesto a Brando di donargli il suo sperma e che, quindi, Brando sia il padre biologico di Prince Jackson, c’è una vera e propria leggenda metropolitana che li riguarda. Pare che il giorno dopo l’attacco dell’11 settembre 2001, Jackson, Brando ed Elizabeth Taylor siano fuggiti insieme da New York a bordo di una macchina affittata, arrivando fino in Ohio.

Marlon Brando: i suoi figli

8. Ha avuto numerosi figli. Nel corso della sua vita l’attore sembra aver avuto ben undici figli, di cui tre adottati. Dal primo matrimonio del 1957 con l’attrice Anna Kashfi ha avuto il figlio Christian Devi (1958). Nel 1960 Brando si risposò con l’attrice messicana Movita Castaneda, da cui ebbe due figli: Miko Castaneda (1961) e Rebecca Brando Kotlizky (1966). Nel 1962 Brando convolò a terze nozze con l’attrice polinesiana Tarita Teriipia, con la quale ebbe due figli: Simon Tehotu e Tarita Cheyenne (1970). Dalla relazione con la sua cameriera Christina Maria Ruiz, Brando ebbe poi tre figli: Ninna Priscilla (1989), Myles Jonathan (1992) e Timothy Gahan (1994). L’attore ebbe infine altri quattro figli da donne sconosciute: Stephen (1967), Michael (1967), Dylan (1968) e Angelique. Adottò poi Petra Brando-Corval, Maimiti (1977) e Raiatua (1982).

9. Il suo primo figlio è stato coinvolto in un terribile evento. Come noto, nel 1990 il primo figlio di Brando, Christian Devi, il quale ebbe un’infanzia tutt’altro che tranquilla, divenne tristemente noto nel 1990 per aver ucciso con un colpo di pistola Dag Drollet, il fidanzato della sorellastra Cheyenne. L’omicidio, secondo alcune ricostruzioni, fu premeditato in seguito alla scoperta di alcuni abusi fisici perpretrati da Dag su Cheyenne. In tribunale Christian cercò di difendersi, ma la sua versione non resse. Anche Marlon Brando fu coinvolto nel processo, tenendo un discorso di circa un’ora a sua difesa. Il figlio dell’attore, infine, fu condannato a 10 anni di prigione, scontandone però solo 5.

Marlon Brando: età e altezza dell’attore

10. Marlon Brando è nato il 3 aprile del 1924 a Omaha, nel Nebraska, ed è deceduto il 1° luglio del 2004 all’età di 80 anni. L’attore era alto complessivamente 1.75 metri.

Fonti: IMDb, biography

- Pubblicità -