slenderrman

Slenderman è un personaggio dell’orrore nato come fenomeno di Internet e ormai entrato nell’immaginario comune di tutto il mondo. Nato quasi per caso, è stato creato nel 2009 e la sua popolarità è in continua crescita.

Conosciuto anche come Slender Man o semplicemente Slender, questo personaggio si caratterizza per la sua altezza, il fatto di non avere connotati visivi, di vestire elegante, e avere poteri paranormali. Ecco quello che non sapevate di Slenderman!

Slenderman: film

slenderrman

Negli ultimi anni, sono stati realizzati diversi film dedicati al personaggio di Slenderman, il personaggio più noto della cosiddette creepypasta, il genere letterario di Internet che ha sostituito le urban legends. Grazie a questa entità, riconducibile ad un uomo snello, calvo, alto quasi due metri e mezzo e senza volto, sono stati realizzati ben quattro film.

Nel 2015, venne realizzato Always Watching (Always Watching: A marble Hornets Story): diretto da James Moran, il film racconta la storia di alcuni component di un notiziario, che segue un gruppo di ispettore di case infestate. I componenti, che cerceranno di decifrare il contenuto di alcuni nastri video ritrovati, continueranno a notare una figura senza volto, fino a che la stessa non di materializzerà dinanzi ai loro occhi, mentre cercano di risolvere il mistero che la riguarda. L’anno successivo, usciti ben due film: Slender, di Joel Petrie, e Beware the Slenderman, di Irene Taylor Brodsky.

Se il primo è un film horror low budget realizzato con scelta stilistica del falso documentario (negli ultimi anni abbastanza inflazionato) e racconta la storia di due ragazzi che decidono di realizzare un film che sia in grado di rivelare una storia di facile impatto (indagando su una figura misteriosa che avrebbe rapito di bambini di una donna incontrata sul treno), il secondo film è un documentario vero e proprio. Beware the Slenderman è un documentario della HBO che cerca di dare una forma di senso a quello che accadde, nel 2014, in un sobborgo di Milwaukee: due ragazze dodicenni decisero di portare un’amica nei boschi e questa venne pugnalata da loro diverse volte.

Le azioni delle due ragazze si devono al fatto che queste credevano di guadagnarsi i favori dello Slender Man: uccidendo la ragazza, si sarebbe poi spostate nel parco naziona dove l’Uomo Nero avrebbe dimora. Il film dà voce alle famiglie delle ragazze colpevoli cercando di rispondere ai diversi interrogativi sul caso. L’ultimo film dedicato all’Uomo Nero è stato Slender, realizzato nel 2018, per la regia di Sylvain White: ambientato in una piccola città del Massachussets, quattro ragazze cercano di sfata il mito di Slender Man, ma quando una di loro scompare misteriosamente, le altre iniziano credere che la loro amica sia stata rapita proprio dal personaggio che ritenevano non reale.

Slenderman: The Arrival

slenderrman

Slender: The Arrival è un videogioco del 2013, realizzato dopo il successo di Slender: The Eight Pages dell’anno precedente. The Arrival, che stato sviluppato da Parsec Productions e da Blue Isle Studios, è stato pensato prima per Microsoft Windows e macOS, e successivamente è stato reso disponibile anche per Xbox 360, Playstation 3 e 4, Xbox One e Wii U.

La trama del videogioco si sviluppa in diversi capitoli, ruotando attorno a Lauren e alla ricerca della sua amica Kate, scomparsa in circostanze dubbie e misteriose. Ciò che la fa da padrona è l’atmosfera che si respira giocando, ovvero una tensione che viene trasmessa grazie alla quantità di documenti da leggere e di fotografie che vanno trovate e tutto va interpretato. L’Uomo Nero potrà apparire in qualsiasi momento, rendendo onore ai celebri jump scare, durante la durata del videogioco che dura poco meno di tre ore consecutive. Inoltre, alla fine dello stesso, sarà possibile sbloccare la modalità hardcore.

Slenderman: storia

slenderrman

Slenderman ha una storia piuttosto particolare. Questo personaggio (chiamato anche Slender Man) è nato nel 2009 grazie a Eric Knudsen: le sue illustrazioni vennero postate sul sito Something Awful tramite un contest. Grazie a questo concorso, i partecipanti potevano modificare delle fotografie reali con dei dettagli soprannaturali: in particolare, lo Slenderman appariva con dei bambini in un parco giochi.

Questo personaggio colpì talmente tanto la giuria, che l’autore vinse il concorso e il suo “fantoccio” riscosse un enorme successo, diventando protagonista assoluto di numerose creepypasta (storia dell’orrore create e raccontate su internet) e anche in diverse fan art. L’ispirazione per realizzare tale personaggio deriva probabilmente dalle leggende popolari sull’uomo nero e su libri di autori come Stephen King.

Tuttavia, il personaggio ebbe fortuna con il suo debutto sul canale youtube MarbleHornets: qui vennero prodotte diversi video, realizzati nella modalità del documentario, in cui dei ragazzi riprendevano degli strani eventi per un concorso scolastico. L’entità che compare in questi video viene chiamata The Operator, che agisce con due persone che vengono controllate da lui. .

Slenderman: leggenda

Quella di Slenderman è una leggenda vera e propria: ha un aspetto fisico e un comportamento ben preciso ed individuabile: è di carnagione bianca, non ha volto, è calvo, molto alto (circa 2 metri e 40 centimetri) e ha lunghe braccia che arrivano alle ginocchia con grosse mani munite di lunghi artigli. Inoltre, altro dettaglio creepy, possiede anche dei tentacoli che fuoriescono dalla sua schiena.

Il suo abbigliamento tipico consiste in un completo nero, con l’aggiunta di una cravatta rossa. Tra l’aspetto fisico e il suo comportamento, non è chiaro cosa sia più spaventoso: infatti, lo Slender Man è un’entità che rapisce le persone, tendenzialmente bambini e adolescenti, ma a volte anche degli adulti, che bazzica in luoghi bui, come i boschi, perseguitando la preda in ogni dove, una volta che questa è stata individuata.

Chi diventa vittima dell’Uomo Nero (o Uomo Snello) cade nella totale paranoia, subisce diversi malesseri perpetrati dal loro rapitore, diversi disturbi, come quello ossessivo-compulsivo o disturbi della personalità. Lo Slender Man possiede anche la capacità di rendere le sue vittime degli intermediari, dei Proxy, dei veri e propri schiavi

Jeff The Killer vs Slenderman

Jeff The Killer vs Slenderman è una delle storie creepypasta più famose. Viene classificata nella categoria versus: sembra, infatti, che in questa categoria i personaggi di fantasia, che derivano da diverse opere, si scontrano tra loro.

Lo scontro tra i due personaggi termina in un pareggio e per i fan è stata un grande evento che ha generato delle discussioni circa chi avrebbe dovuto vincere. Il personaggio di Jeff The Killer è nato su youtube nel 2008 ed è uno dei più famosi creepypasta.

Fonte: IMDb,