Considerato il maestro del cinema erotico italiano, Tinto Brass si è affermato nel corso della sua carriera come regista originale e provocatorio, capace di sfidare tanto il buoncostume quanto le istituzioni. Con i suoi film, non tutti appartenenti al genere erotico, ha infatti costruito un immaginario ancora oggi lucido nelle menti dei suoi spettatori, incantati dalla grazia con cui il regista milanese ha saputo trattare temi spesso tabù. Ancora oggi, nonostante si sia pressocché ritirato, Brass rimane una figura emblematica, che ha saputo a modo suo raccontare l’Italia e l’italianità dei suoi tempi.

Ecco 10 cose che non sai di Tinto Brass.

2Parte delle cose che non sai sul regista

Tinto Brass moglie

Tinto Brass e Milo Cotogno

5. Ha fatto debuttare al cinema il noto attore. Brass è noto per aver scoperto, con i suoi film, molte attrici poi divenute particolarmente celebri. Egli, tuttavia, fu anche il primo ad assegnare un ruolo cinematografico all’attore Lorenzo Branchetti, meglio noto per aver interpretato il folletto Milo Cotogno nel programma per bambini Melevisione. Branchetti, infatti, prese parte al film Senso 45, rilettura in chiave erotica del racconto di Camillo Boito. Qui egli interpreta la parte di un soldato.

La Tinto Brass Street Band

4. Esiste una band dedicata a lui. Che Tinto Brass sia ormai entrato a far parte dell’immaginario comune è cosa ormai nota, e lo conferma l’esistenza di una band intitolata proprio in suo onore. La Tinto Brass Street Band, attiva dal 2012, è un noto gruppo musical che attinge le proprie fonti d’ispirazione dal sound del jazz di New Orleans. Il loro album d’esordio, inoltre, è intitolato proprio Monella, come uno dei più celebri film del regista milanese.

Tinto Brass: chi è sua moglie

3. Ha avuto un lungo matrimonio. Nel 1957, a Venezia, Brass sposa Carla Cipriani, da lui conosciuta durante l’adolescenza. Il loro matrimonio durerà più di quarant’anni, permettendo loro di collaborare insieme in più occasioni. La Cipriani, infatti, si è distinta come sceneggiatrice di alcuni dei film del marito, tra cui Monella e Fallo!. La sua attività tuttavia non si limitava solo a ciò, ma svolse anche ruoli legati alla produzione. Brass ha infatti sempre sostenuto che dietro i suoi più grandi successi vi sia il lavoro di sua moglie, vera mente e fonte d’ispirazione per i film realizzati.

2. Si è sposato una seconda volta. Il matrimonio con la Cipriani finisce nel momento in cui lei viene a mancare, nel 2006. A diversi anni di distanza, nel 2017, Brass si sposa una seconda volta con la psicanalista e attrice Caterina Varzi. La loro cerimonia di unione si svolge all’interno della villa romana del regista e viene annunciata poco dopo. Ad oggi la coppia non ha dato voce a particolari notizie nei loro confronti, preferendo mantenere un velo di riservatezza a riguardo.

Tinto Brass: dove è nato

1. Tinto Brass è nato a Milano, Italia, il 26 marzo del 1933, da una famiglia gorizia di remote origini austriache.

Fonte: IMDb

Successivo