Baby Reindeer: la spiegazione del finale della serie Netflix

Baby Reindeer spiegazione finale
Richard Gadd è Donny e Jessica Gunning è Martha in Baby Reindeer. Credits: Ed Miller/Netflix © 2022 Netflix, Inc.

Da diversi giorni numero 1 nella Top 10 delle serie più viste su Netflix, Baby Reindeer – diretta da Weronika Tofilska e Josephine Bornebusch – vanta un finale piuttosto ambiguo per il suo protagonista Donald “Donny” Dunn (Richard Gadd). Nel corso di sette episodi, la serie esplora la complessa relazione di Donny con la sua stalker, Martha (Jessica Gunning), e il suo legame con altri aspetti della sua vita. Scritta e creata dallo stesso Gadd, Baby Reindeer si basa su un’ossessionante storia vera di stalking e abusi subiti da una donna nel corso di quattro anni, ed è adattata dalla sua produzione teatrale omonima.

questo nuovo titolo di Netflix non presenta però lo stalking attraverso lo stereotipo della “vittima” e del “carnefice”, ma offre invece una rappresentazione onesta e ricca di sfumature della psicologia di entrambi i protagonisti della vicenda. Baby Reindeer, dunque, segue Donny, un comico e scrittore scozzese in difficoltà, reduce da una violenza sessuale. Un giorno, quando Martha entra nel suo pub in lacrime, lui le offre una tazza di tè come gesto di conforto. Questo gesto apparentemente benevolo segna però l’inizio di diversi anni di stalking e molestie, che hanno un impatto catastrofico sulla vita di Donny.

6La scena finale di Baby Reindeer: il drink gratuito e il suo significato per Donny

Baby Reindeer Donny
Richard Gadd è Donny in Baby Reindeer. Credits: Ed Miller/Netflix © 2022 Netflix, Inc.

La scena finale di Baby Reindeer vede Donny ordinare una vodka Coke, forse in ricordo di Martha, che ordinava sempre una Diet Coke al suo pub. Tuttavia, si accorge di aver lasciato a casa il portafoglio. Il barista, un bell’uomo dai capelli rossi, guarda Donny con un misto di pietà, simpatia e compassione simile a quello con cui Donny guardava Martha quando era entrata per la prima volta nel suo pub, e gli dice: “Non si preoccupi. Offro io”. Donny alza lo sguardo verso il barista, commosso dalla sua gentilezza e generosità, ma anche con un possibile accenno di infatuazione.

Si chiude così l’episodio, con Donny che sembra aver chiuso il cerchio trovandosi in una posizione simile a quella di Martha all’inizio della serie. Questo finale aperto potrebbe suggerire che, relazionandosi con Martha e passando settimane a ossessionarsi con i suoi messaggi vocali e le sue emozioni, Donny sia diventato lui stesso come lei: uno stalker disturbato e malato di mente. Questo finale sarebbe in linea con la costante sfocatura dei confini tra vittima e carnefice della serie e con la sua attenzione alla dinamica tossica tra Donny e Martha, alimentata dal passato traumatico di entrambi.

Tuttavia, questo finale potrebbe anche segnalare la crescita e il raggiungimento dell’età adulta di Donny nel corso della serie. Ha affrontato il trauma della violenza sessuale, condividendolo non solo pubblicamente ma anche con i suoi genitori. Ha ammesso i suoi errori e i suoi modelli tossici. Quindi, forse guarda il barista con un profondo senso di autoconsapevolezza sul fatto che si trova in una posizione simile a quella in cui si trovava Martha, ma che ha il potere e l’autorità di agire in modo diverso, di dimostrare una maggiore capacità di giudizio e di frenare i suoi peggiori impulsi potenziali. Spetta allo spettatore decidere quale delle due opzioni.

Indietro