MCU: la classifica dei 10 villain più deboli

Tra scagnozzi imitatori, un debole fabbricante di armi e chi fa a botte coi bambini, il MCU presenta anche villain non poi così potenti.

35756

Nel Marvel Cinematic Universe, i supereroi che conosciamo sono così articolati e tridimensionali, che è un peccato che ai villain non sia altrettanto spesso riservato un trattamento simile. Certo, è un’impresa ardua ideare un cattivo una tantum, contro cui l’eroe combatta plausibilmente in un’unica occasione, ovviamente battendolo. Eppure, il MCU dovrebbe probabilmente provare a trasferire l’impegno messo nell’ideazione dei suoi eroi, anche per quanto riguarda l’arco di caratterizzazione dei suoi villain.

Al di fuori di Thanos e Loki, i cattivi nel MCU tendono ad essere meschini soci in affari degli eroi o gente comune che vive come pesci fuor d’acqua in una realtà che non gli appartiene. Perfino quando un dittatore supremo viene gettato nel mix, i villain tendono comunque a risultare sempre più deboli degli eroi.

10Taskmaster

Sulla carta, Taskmaster sembrerebbe un villain dalla forza vigorosa, grazie alla sua capacità sovraumana di poter imitare qualsiasi stile di combattimento. Difatti, assorbe le tecniche di Vedova Nera, Capitan America, Black Panther, Spider-Man e molti altri; tuttavia, nonostante questa grande abilità di cui dispone, non è poi così potente.

Anche se Taskmaster potrebbe essere in grado di imitare una vasta gamma di stili di combattimento, non è neanche lontanamente abile quanto coloro che li hanno perfezionati. I suoi potenti attacchi e le sue abilità nelle arti marziali miste non sono sufficienti per sconfiggere Vedova Nera, figuriamoci il resto dei Vendicatori.

Indietro