Silver & Black: tutto quello che si sa sul cinecomic Marvel mai realizzato

Una fuga di notizie della pellicola Marvel mai vista, ha permesso di scoprire una serie di dettagli sulla storia che avremmo potuto vedere sul grande schermo

Silver & Black photogallery film

Quanti ricorderanno il film Marvel mai prodotto Silver & Black? La pellicola, incentrata su Silver Sable e Black Cat, era un progetto che doveva essere realizzato dalla Columbia Pictures in collaborazione con la Marvel, e distribuito da Sony. Il film era stato pensato come capitolo dello Spiderverse e aveva scelto come regista Gina Prince-Bythewood (The Woman King). Nel 2018 però la Sony ha deciso di cancellare Silver & Black, con l’intenzione di focalizzarsi in futuro su due lungometraggi separati che avessero i due personaggi come protagonisti.

Molti fan del MCU si sono chiesti nel corso del tempo quale fosse la linea narrativa pensata per questa nuova sezione, e una vecchia fuga di notizie riguardo la trama ha fornito una – più o meno – esaustiva risposta. Scopriamo perciò tutti i dettagli sull’avventure che avrebbero coinvolto le due eroine Silver e Black, in un’alleanza tutta al femminile contro numerosi villain dell’universo Marvel.

10Silver Sable contro Black Cat

Da quanto si è potuto apprendere, Silver & Black si sarebbe focalizzata principalmente sul personaggio di Silver Sable, una cacciatrice di taglie del Dipartimento di Giustizia USA, con il compito di mettersi sulle tracce di Felicia Hardy (ossia Black Cat) per riportarla ai suoi padroni.

Black Cat si era infatti offerta anni prima di sottoporsi a un intervento chirurgico sperimentale eseguito dal Dottor Mendel Stromm aka “Gaunt” (nonché professore universitario del Dottor Osborn), che avrebbe installato nel suo corpo delle tecnologie A.I. per conferirle dei poteri in grado di potenziare le sue abilità.

Indietro
Articolo precedenteDisney+ ha diffuso una featurette inedita di The Good Mothers
Articolo successivoIl mio Posto è qui, al via le riprese del film con Ludovica Martino
Valeria Maiolino
Classe 1996. Laureata in Arti e Scienze dello Spettacolo alla Sapienza, con una tesi su Judy Garland e il cinema classico americano, inizia a muovere i primi passi nel mondo della critica cinematografica collaborando per il webzine DassCinemag, dopo aver seguito un laboratorio inerente. Successivamente comincia a collaborare con Edipress Srl, occupandosi della stesura di articoli e news per Auto.it, InMoto.it, Corriere dello Sport e Tutto Sport. Approda poi su Cinefilos.it per continuare la sua carriera nel mondo del cinema e del giornalismo, dove attualmente ricopre il ruolo di redattrice. Nel 2021 pubblica il suo primo libro con la Casa Editrice Albatros Il Filo intitolato “Quello che mi lasci di te” e l’anno dopo esce il suo secondo romanzo con la Casa Editrice Another Coffee Stories, “Al di là del mare”. Il cinema è la sua unica via di fuga quando ha bisogno di evadere dalla realtà. Scriverne è una terapia, oltre che un’immensa passione. Se potesse essere un film? Direbbe Sin City di Frank Miller e Robert Rodriguez.