Tenet: le cose migliori del film di Christopher Nolan

Azione, avventura, un Protagonista strepitoso, un alter ego del regista e un cattivo che fa una brutta fine. Soprattutto il tempo, tempo duttile, tempo con cui giocare, tempo capace di generare mille invenzioni visive.

1783

L’uscita di Tenet nelle sale italiane ed europee ha dimostrato che, nonostante le restrizioni e gli spazi a capienza limitata, il pubblico ha volontà di tornare al cinema. Gli incassi sono stati soddisfacenti e il film di grande intrattenimento. Ma quando si parla di un film di Christopher Nolan, è chiaro che non bisogna mai pensare che l’esperienza in sala si esaurisca allo scorrere dei titoli di coda.

Di seguito, abbiamo raccolto alcuni momenti o elementi del film che ci sono rimasti particolarmente impressi, cose che ci porteremo dietro anche a luci accese e che immaginiamo abbiano colpito l’attenzione di ogni spettatore che ha già visto Tenet, almeno una volta.

ATTENZIONE – L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER DAL FILM

6Il protagonista

John David Washington
 

Chi segue la serie Ballers, lo aveva già visto e amato, i più lo hanno incontrato soltanto nel 2018, grazie a BlackKklansman, lo strepitoso film di Spike Lee, premio Oscar alla sceneggiatura. Lui è John David Washington e ha il cinema nel sangue. È vero, parte avvantaggiato, in quanto figlio del grande Denzel Washington, e del padre conserva il fascino e il talento, eppure John David ha una sensibilità e una delicatezza che forse a Denzel non erano concesse, erano tempi diversi quando era lui a fare l’eroe.

Gli eroi di oggi possono anche piangere e dubitare, non essere pienamente all’altezza della situazione, un po’ come il suo Protagonista in Tenet. Eppure è uno degli elementi migliori del film. Picchia più duro del nuovo Batman, va indietro nel tempo come Flash, conquista la bella ma è disposto a rinunciarvi come lo Spider-Man di una volta, è più affascinante di Bond, accetta i suoi limiti come nessun altro eroe ha mai fatto, chiede aiuto e salva il mondo. Quanto lo abbiamo amato in Tenet! E quanta voglia abbiamo di continuare a seguire i suoi passi nel mondo della settima arte!

Indietro