Arrow 2×08 recensione dell’episodio con Stephen Amell

Dopo una settimana di pausa, l’arciere più cool della tv, fa ritorno sugli schermi della CW con un episodio a dir poco esplosivo. The Scientist infatti è la prima parte di un doppio appuntamento che introduce un nuovo personaggio all’interno dell’universo di Arrow. Vi dice qualcosa Barry Allen? Lui nei fumetti della DC Comics è il leggendario Flash, un eroe tormentato con la super velocità, qui per ora è un ragazzino che non ha ancora conosciuto il suo vero destino.

A Starling City piovono fulmini mentre tutta la città è scossa da un misterioso omicidio che ha sconvolto le industrie Queen. La polizia brancola nel buio e forse proprio il giovanissimo Barry Allen può dare una svolta decisiva all’indagine. Suscitando la gelosia di Oliver, il ragazzo subito fa breccia nel cuore di Felicty, ma anche lui del resto come tutti nasconde un torbido passato. Mentre Moira Queen deve fare i conti con un suo ex amante ed acerrimo nemico che torna nella sua vita, la chiave per risolvere il mistero è custodita nella mente di Oliver e negli anni che era prigioniero sull’isola. Tutto cambia nell’universo di Arrow, e sembra proprio che il nemico da affrontare è pericoloso quanto insidioso.

arrow2x08-2

The Scientist risulta essere un episodio completo, a tutto tondo che non dimentica la sua dose massiccia di ironia. Seppur la serie tv in questione ha raggiunto una pienezza narrativa tanto da non aver bisogno dell’arrivo di un altro personaggio, il giovane Barry Allen interpretato dal belloccio Grant Gustin (già visto in Glee ed in 90210), fa subire invece l’effetto contrario al plot della serie. Lui è nerd, logorroico, vestito come un ragazzo moderno (adorabile il cappottino grigio e le sue Converse da colore indefinito), intelligente e con una verve magnetica che seduce e stupisce. Barry Allen è il personaggio che mancava alla serie; infatti non solo da una sferzata alla stessa linea narrativa, ma mette in moto un triangolo amoroso intenso ed emozionante che non scade nei clichè del genere. The Scientist è solo la prima parte del doppio episodio introduttivo del futuro Flash, e per ora possiamo ritenerci più che soddisfatti. Tanto è vero che le voci di un ipotetico spin-off si fanno sempre più insistenti. La rete soddisfatta dell’ottima release di questi due appuntamenti, ha pensato di scrivere un episodio scollegato dalla mitologia di Arrow, per raccontare la nascita di Flash. Una pura e semplice campagna di marketing, è vero, ma ormai siamo abituati a le scelte di questo network giovanile.

Arrow 2×08

Arrow 2 è la seconda stagione della serie tv ideata da Greg Berlanti, Marc Guggenheim e Andrew Kreisberg per la DC Entertainment e trasmessa dal network The CW.

La serie è basata sul personaggio di Freccia Verde, supereroe protagonista di una serie di fumetti pubblicata da DC Comics ed è incentrata su Oliver Queen, interpretato da Stephen Amell, che, dopo aver passato cinque anni su un’isola deserta, fa ritorno a Starling City nei panni del giustiziere mascherato Green Arrow.

In Arrow protagonisti sono Oliver Queen/Green Arrow (stagioni 1-in corso), interpretato da Stephen AmellDinah Laurel Lance/Black Canary (stagioni 1-4, guest star 5), interpretata da Katie Cassidy. Tommy Merlyn (stagione 1, guest star 2-3, 5), interpretato da Colin Donnell. John Diggle/Spartan (stagioni 1-in corso), interpretato da David Ramsey. Thea Queen/Speedy (stagioni 1-in corso), interpretata da Willa Holland. Moira Queen (stagioni 1-2, guest star 3, 5), interpretata da Susanna Thompson. Detective Quentin Lance (stagioni 1-in corso), interpretato da Paul Blackthorne. Felicity Smoak/Overwatch (stagioni 2-in corso, ricorrente 1), interpretata da Emily Bett Rickards.

 

 
 

RASSEGNA PANORAMICA

Carlo Lanna
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -