Ognuno di noi ha un compito, e questo è il tuo” – La malattia si sta diffondendo rapidamente all’interno della prigione e Rick (Andrew Lincoln) e gli altri sembrano non essere in grado di trovare un rimedio efficacie. Nel frattempo, tutti i malati vengono portati nel blocco A e tenuti lontani da chi, invece, non presenta alcun sintomo. Tra i deportati, quasi a sorpresa, vi è anche Glen (Steven Yeun), quasi ironizzando sul fatto di essersela cavata nelle situazioni peggiori e ora, invece, rischia la vita per un “comune raffreddore”.

Come affermato in precedenza, ognuno dei protagonisti ha un compito ben preciso questa volta. A partire da Rick e Carol (Melissa McBride), che devono tenere sotto controllo la prigione e provvedere a cibo e acqua; Deryll (Norman Reedus), Michonne (Danai Gurira), Tyresse (Chad L. Coleman) e Bob (Larry Gilliard Jr.), in missione verso la facoltà di veterinaria del West Peachtree Techper per recuperare gli antibiotici necessari alla cura; Hershel (Scott Wilson), il più anziano, la cui mansione corrisponde ad aiutare i malati del blocco A, rallentando l’infezione attraverso antiche cure naturali, e così via..
Ad ognuna delle tracce, se così possiamo definirle, corrisponde un importante passo avanti nella storia ideata da Frank Darabont. Rick, in primis, indagando sull’omicidio di David e Karen (se vi ricordate, erano stati trovati bruciati vivi nel blocco A), scopre che il terribile gesto è stato compiuto da Carol in persona: la ragazza confessa, senza alcun rimorso.
Deryll e gli altri, nel tentativo di raggiungere la facoltà di veterinaria, si imbattono in un branco di zombie affamati: centinaia, forse migliaia. I nostri eroi non possono far altro che scendere dalla macchina e proseguire a piedi per i boschi facendosi strada a colpi di pistola e frecce. Infine, Hershel si ritrova a stretto contatto con i malati, rischiando notevolmente di essere contagiato a sua volta: non gli interessa, la cosa importante è far sentir meglio chi sta peggio, donar loro qualche giorno di vita in più. E se questo volesse dire sacrificare la sua vita? E’ un rischio disposto a correre.

the-walking-dead-4x03

La novità assoluta introdotta da Darabont è rappresentata dal fatto di aver eliminato per gran parte della puntata la presenza dei morti viventi (fatta eccezione per la missione dedicata al recupero degli antibiotici) focalizzando così l’attenzione su ciò che accade all’interno della struttura di detenzione, quasi a voler richiamare la peste della Milano Manzoniana. E, come al solito, tutto viene lasciato in sospeso: quali saranno le conseguenze di Carol dopo la confessione? Riusciranno Deryll e gli altri a tornare sani e salvi con i medicinali? Insomma, il nostro regista preferito continua a lasciarci col fiato sospeso, dovrà passare un’intera settimana per avere qualche risposta e tante altre domande.

The Walking Dead 4

The Walking Dead 4 è la quarta stagione della serie tv The walking Dead ideata dal regista Frank Darabont e basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e trasmessa dal canale americano AMC.

In The Walking Dead 4 protagonisti sono Rick Grimes interpretato da Andrew Lincoln, Lori Grimes interpretata da Sarah Wayne Callies, Andrea interpretata da Laurie Holden, Glenn Rhee interpretato da Steven Yeun, Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs, Daryl Dixon interpretato da Norman Reedus, Carol Peletier interpretata da Melissa McBride, Merle Dixon interpretato da Michael Rooker, Morgan Jones interpretato da Lennie James, Hershel Greene interpretato da Scott Wilson, Maggie Greene interpretata da Lauren Cohan, Beth Greene interpretata da Emily Kinney, Michonne interpretata da Danai Gurira e Philip Blake/Il Governatore interpretato da David Morrissey.

Nei ruoli ricorrenti troviamo Judith Grimes interpretata da Cailey Fleming, Tyreese Williams interpretato da Chad Coleman, Sasha Williams interpretata da Sonequa Martin-Green.

La serie racconta di Rick Grimes è un vice-sceriffo della Georgia che viene ferito in servizio durante uno scontro a fuoco. Al suo risveglio in ospedale si rende tuttavia conto che il virus che sembrava essere stato messo sotto controllo poco prima del suo incidente ha preso piede risvegliando i morti, che si tramutano in degli zombie che attaccano i vivi. Riuscito ad uscire dalla città e riunitosi alla sua famiglia e ad altri superstiti, Rick guiderà il suo gruppo alla ricerca di un luogo sicuro scoprendo presto che la minaccia maggiore non sono le diaboliche creature ma gli esseri umani rimasti, guidati unicamente dall’istinto di sopravvivenza.