The Walking Dead 4×07 recensione dell’episodio con Andrew Lincoln

451

Che cosa fai? Sopravvivo – Dopo il particolare episodio della settimana scorsa, The Walking Dead continua il mini spin-off all’interno della serie dedicato al Governatore. E se qualcuno cominciava a credere in un possibile cambiamento nelle azioni, ma soprattutto nei pensieri dell’ex leader di Woodbury, dovrà ricredersi dopo aver visto questo episodio.

Fin dal prologo capiamo subito che le nuove vesti di “padre” premuroso e di “uno tra i tanti” gli si addicono poco, tant’è che alla richiesta della piccola Megan di fare la propria mossa durante una consueta partita a scacchi gli risponde laconico “Sto pensando”, lasciandoci intuire come dietro i modi apparentemente innocui stia in realtà preparando la sua vendetta. È proprio durante una battuta di caccia con Martinez e gli altri leader del nuovo accampamento, in un metaforico ritorno al passato attraverso veri e propri atti d’accusa nei suoi confronti sotto forma di cartelli appesi ai corpi senza testa di alcuni uomini trovati nel bosco (“bugiardo”, “stupratore”, “assassino”), che il Governatore decide di smetterla con le buone maniere e di riprendersi il ruolo che gli spetta.

Così, in un primo momento, dopo aver affermato di essere cambiato, getta Martinez nella fossa degli zombi e poi pianta un coltello nella schiena di Pete senza tanti indugi. Il motivo? Martinez voleva “dividere la corona” con lui e Pete era uno di quelli (come Rick) che cercavano di fare sempre la cosa giusta a discapito delle persone che gli stavano vicino. Tutte cose per il Governatore, inaccettabili. Deciso a riprendersi il comando, Philip/Brian convince infine il fratello di Pete (un nuovo Merle) ad unirsi alla sua battaglia perché “non è questione di giusto o sbagliato, si tratta solo di fare un’unica cosa: sopravvivere”. L’episodio si conclude con il Governatore che, aggirandosi nei pressi della prigione si accorge della presenza di Michonne, estrae la pistola e la punta verso di lei.

The Walking Dead

Ormai è tutto pronto per l’episodio finale di metà stagione (lo show riprenderà a Febbraio) ed è forse arrivato il momento per il tanto atteso scontro con Rick. E nonostante gli sceneggiatori abusino delle stesse formule e degli stessi meccanismi narrativi ormai da troppo tempo, la tanto agognata vendetta del Governatore non è mai stata così appetitosa. Se nella passata stagione, infatti questo era un personaggio certamente oscuro ma pur sempre molto coerente, in questi ultimi episodi è diventato una scheggia impazzita dalla doppia personalità capace, se possibile, di nuovi e sempre più crudeli comportamenti. Gli ascolti negli Stati Uniti sono sempre ottimi e quindi è lecito aspettarsi per la prossima puntata gli exploit a cui ci siamo abituati.

The Walking Dead 4

The Walking Dead 4 è la quarta stagione della serie tv The walking Dead ideata dal regista Frank Darabont e basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e trasmessa dal canale americano AMC.

In The Walking Dead 4 protagonisti sono Rick Grimes interpretato da Andrew Lincoln, Lori Grimes interpretata da Sarah Wayne Callies, Andrea interpretata da Laurie Holden, Glenn Rhee interpretato da Steven Yeun, Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs, Daryl Dixon interpretato da Norman Reedus, Carol Peletier interpretata da Melissa McBride, Merle Dixon interpretato da Michael Rooker, Morgan Jones interpretato da Lennie James, Hershel Greene interpretato da Scott Wilson, Maggie Greene interpretata da Lauren Cohan, Beth Greene interpretata da Emily Kinney, Michonne interpretata da Danai Gurira e Philip Blake/Il Governatore interpretato da David Morrissey.

Nei ruoli ricorrenti troviamo Judith Grimes interpretata da Cailey Fleming, Tyreese Williams interpretato da Chad Coleman, Sasha Williams interpretata da Sonequa Martin-Green.

La serie racconta di Rick Grimes è un vice-sceriffo della Georgia che viene ferito in servizio durante uno scontro a fuoco. Al suo risveglio in ospedale si rende tuttavia conto che il virus che sembrava essere stato messo sotto controllo poco prima del suo incidente ha preso piede risvegliando i morti, che si tramutano in degli zombie che attaccano i vivi. Riuscito ad uscire dalla città e riunitosi alla sua famiglia e ad altri superstiti, Rick guiderà il suo gruppo alla ricerca di un luogo sicuro scoprendo presto che la minaccia maggiore non sono le diaboliche creature ma gli esseri umani rimasti, guidati unicamente dall’istinto di sopravvivenza.