La notte del giudizio - Election Year

Arrivato sul grande schermo nel 2013, il film La notte del giudizio ha dato il via ad una delle più fortunate saghe cinematografiche ambientate in una realtà distopica. Composta da cinque film e una serie televisiva, la saga è stata ideata da James DeMonaco, ed ha in breve ottenuto ottimi riscontri di pubblico, tanto da giustificare la sua espansione. Nel 2016 è arrivato al cinema il terzo capitolo della saga. Si tratta di La notte del giudizio – Election Year (qui la recensione), ancora una volta scritto e diretto da DeMonaco. Come il titolo lascia intuire, si tratta di un film speciale, pensato appositamente in vista delle elezioni del presidente degli Stati Uniti nel 2016.

Lo spunto ricorrente è però sempre quello del periodo dello “Sfogo”. DeMonaco ha raccontato che l’ispirazione gli venne in seguito ad un evento che capitò realmente a lui e a sua moglie, i quali dopo un litigio con un altro automobilista si trovarono ad immaginare un contesto dove, una volta all’anno, potesse essere consentito commettere omicidi e violenze. Rivisto oggi, questo Election Year risulta ancor più inquietante, avendo prefigurato già molte delle rivolte popolari verificatesi durante la presidenza Trump, tra cui la tristemente nota e recente aggressione a Capitol Hill. Si tratta dunque di un film ambientato nel futuro, ma con elementi già attuali oggigiorno.

Dopo che il primo capitolo era interamente ambientato all’interno dell’abitazione dei protagonisti, con questo sequel il regista ha avuto modo di portare lo spettatore direttamente nelle strade dove gli scontri avvengono. Con questo nuovo capitolo, la violenza arriva fin dentro gli uffici del governo. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La notte del giudizio – Election Year: la trama del film

Ambientato nel 2037, quattordici anni dopo il precedente capitolo, questo nuovo film vede nuovamente come protagonista Leo Barnes, ora divenuto capo della sicurezza della senatrice statunitense e candidata alle elezioni presidenziali Charlie Roan, la quale, memore del triste destino della sua famiglia, sterminata durante uno Sfogo, si propone di abrogare la legge che lo permette. Nel tentativo di evitare che ciò accada, la NFFA revoca la regola che garantisce l’immunità ai funzionari governativi di “livello 10”. Dopo un tradimento avvenuto all’interno dell’élite di sicurezza capitanata da Barnes, quest’ultimo deve proteggere la Roan contando solamente sulle proprie forze.

Per Barnes e la Roan ha dunque inizio una lunga e difficile notte, dove sopravvivere fino al mattino sarà quantomai essenziale. Se la candidata presidenziale dovesse morire, la speranza di porre fine a quel massacro annuale svanirà definitivamente. Ad aiutarli nel loro viaggio notturno vi saranno però diversi sostenitori della Roan, tra cui Dante Bishop, leader di una squadra di ribelli. In particolare, il gruppo dovrà stare attento agli uomini di Edwige Owens, rivale della Roan, intento a non avere oppositori alle elezioni al fine di mantenere quel brutale status quo.

La notte del giudizio - Election Year cast

La notte del giudizio – Election Year: il cast del film

Come già per il precedente film, anche in questo il personaggio di Leo Barnes ha il volto di Frank Grillo, attore divenuto particolarmente noto proprio grazie a questi film. Per costruire il personaggio, l’attore ha dichiarato di essersi ispirato ai più celebri giustizieri interpretati da Clint Eastwood. Inizialmente, però, non era certo che Grillo accettasse di ricoprire nuovamente il ruolo, e ciò aveva portato ad immaginare questo terzo capitolo come un prequel del primo film. Dopo che l’attore acconsentì a tornare nei panni di Barnes, il film venne dunque ripensato come sequel diretto del precedente. Nel film sarebbe dovuto comparire nuovamente anche il personaggio di Eva Sanchez, ma l’attrice Carmen Ejogo rifiutò l’offerta preferendo dedicarsi ad altro.

Nel ruolo della senatrice e candidata presidenziale Charlie Roan vi è invece l’attrice Elizabeth Mitchell. Questa è celebre soprattutto per aver interpretato Juliet Burke nella serie televisiva Lost. L’attore Edwin Hodge torna invece ad interpretare un personaggio già visto nella saga, ma il cui nome, Dante Bishop, viene rivelato qui per la prima volta. Tra i sostenitori della Roan si ritrovano anche Joe Dixon e Marcos Dali, interpretati da Mykelti Williamson e Joseph Julian Soria. Il politico Edwige Owens ha il volto di Kyle Secor, celebre per la serie Homicide: Life on the Street. Tra i partecipanti dello Sfogo si annoverano invece Batty Gabriel nei panni di Laney Rucker e Terry Serpico in quelli di Earl Danzinger.

La notte del giudizio – Election Year, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. La notte del giudizio – Election Year è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili, Google Play, Apple iTunes e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 3 giugno alle ore 21:15 sul canale Italia 2.

Fonte: IMDb