L’ultimo samurai: trama, cast e frasi del film con Tom Cruise

-

Non è affatto vero che l’attore Tom Cruise ha recitato soltanto in film di spionaggio come Mission: Impossible o in film d’azione come Edge of Tomorrow. Nella sua lunga filmografia si possono ritrovare opere di ogni genere, dal biografico alla commedia, senza tralasciare il film di carattere storico. Il più famoso di questi è probabilmente L’ultimo samurai, diretto nel 2003 da Edward Zwick, celebre per aver diretto anche Vento di passioni e Blood Diamond – Diamanti di sangue. Ideato da John Logan, il film si svolge durante la Ribellione di Satsuma, una sanguinosa rivolta di samurai avvenuta verso la fine dell’800.

La storia narrata nel film, pur se interamente romanzata, è liberamente ispirata al capitano dell’esercito francese Jules Brunet, il quale condusse gloriose campagne militari accanto al generale Enomoto Takeaki in quella che è nota come la guerra Boshin, svoltasi tra il 1868 e il 1869 in Giappone. Qui egli contribuì all’occidentalizzazione del Giappone, attraverso l’insegnamento di nuove tecniche di battaglia. L’ultimo samurai unifica dunque elementi di due distinti conflitti della storia del Giappone dell’Ottocento. Ciò a riprova anche del fatto che il film non intende essere preciso in modo ferreo, quanto più che altro raccontare di un’epica battaglia e dei valorosi uomini che la condussero.

Pur se costato la non indifferente somma di 140 milioni di dollari, il film si affermò come un grandissimo successo, arrivando facilmente a guadagnarne 457 in tutto il mondo. L’ultimo samurai arrivò inoltre ad ottenere 4 nomination al premio Oscar, tra cui quella per il miglior attore non protagonista. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori ed alle sue frasi più belle. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

L’ultimo samurai: la trama del film

Ambientato in Giappone nel 1876, il film racconta la storia di un ex capitano dell’esercito americano, Nathan Algren, che viene chiamato ed incaricato di addestrare l’esercito dell’imperatore giapponese Meiji. Lo scopo è quello di eliminare in maniera definitiva i samurai ribelli all’impero. Algren è sostanzialmente un uomo alla deriva che ha rischiato la vita per essere fedele al suo paese, profondamente trasformatosi in seguito alla guerra civile. L’incarico da parte dell’Impero giapponese per lui non è che un modo per fuggire dai ricordi che lo attanagliano, dalla disillusione, dalle angosce, oltre che essere una via facile per ottenere dei soldi.

Arrivato in Giappone, però, inizierà a comprendere ciò che succede davvero in quel meraviglioso paese, riuscirà a concepire la filosofia, lo stile di vita e la cultura millenaria dei samurai, che a loro volta rimangono sorpresi ed incantati dalla tenacia di Algren. Il comandante un tempo avversario ed ora suo mentore, Katsumoto, è incuriosito dalla cultura esistente al di fuori della sua e così lo sono gli altri samurai ribelli che cominceranno a trattare il capitano Algren come un loro pari, senza perdere di vista il loro obiettivo: difendere le tradizioni, i valori e i codici da quel progresso che ne minaccia l’esistenza.
L'ultimo samurai cast

L’ultimo samurai: il cast del film

Come anticipato, ad interpretare il capitano Nathan Algren vi è l’attore Tom Cruise. Celebre per la grande preparazione che dedica ad ogni suo personaggio, anche in quest’occasione egli non ha fatto eccezioni. Desideroso di comprendere quanto più possibile la ricca e affascinante cultura dei samurai, Cruise ha impiegato circa un ano e mezzo di studio per conoscere quanto più possibile a riguardo. Allo stesso tempo, si è esercitato con allenamenti tipici dei samurai, imparando a padroneggiare le loro armi e le loro tecniche. Ciò gli ha permesso, come suo solito, di non ricorrere all’utilizzo di controfigure, interpretando da sé tutte le sue scene anche a costo di farsi male in prima persona.

Accanto a lui, nel ruolo del guerriero Katsumoto, vi è il celebre attore Ken Watanabe. Oggi celebre per i suoi ruoli in film come Inception Godzilla, questi era particolarmente celebre in patria prima di recitare in L’ultimo samurai. Questo è stato il suo primo film di produzione statunitense, ed è stata anche la prima volta in cui l’attore ha recitato in inglese. Grazie alla sua performance memorabile, Watanabe ha ottenuto una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista. Nel film sono poi presenti altri noti interpreti giapponesi come Shin Koyamada nei panni di Nobutada e Masato Harada in quelli di Omura. Gli attori statunitensi Tony Goldwin e Scott Wilson interpretano invece rispettivamente il colonnello Benjamin Bagly e l’ambasciatore Swanbeck.

Le frasi più belle di L’ultimo samurai, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. L’ultimo samurai è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Now, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di domenica 15 gennaio alle ore 21:00 sul canale Iris.

Qui di seguito si riportano invece alcune delle frasi più belle e significative pronunciate dai personaggi del film. Attraverso queste si potrà certamente comprendere meglio il tono del film, i suoi temi e le variegate personalità dei protagonisti. Ecco dunque le frasi più belle del film:

  • Il fiore perfetto è una cosa rara. Se si trascorresse la vita a cercarne uno, non sarebbe una vita sprecata. (Katsumoto)
  • Questa è la spada di Katsumoto. Avrebbe voluto darla a voi, affinché la forza dei Samurai fosse con voi per sempre. La sua speranza con l’ultimo respiro è stata che voi rammentaste gli antenati che l’hanno impugnata e ciò per cui sono morti. (Nathan Algren)
  • Io penso che un uomo fa ciò che può, finché il suo destino non si rivela. (Nathan Algren)
  • Mi ha sorpreso apprendere che la parola samurai voglia dire servire. (Nathan Algren)
  • Io morirò ucciso dalla spada. La mia o… quella dei nemici. (Katsumoto)

Fonte: IMDb

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -