Sin City film

Cinema e fumetto hanno negli ultimi anni dato vita ad un’alleanza particolarmente solida e fruttuosa. Al di là di tutti i cinecomic Marvel o DC, sono molti i film tratti dalle amate opere grafiche, e tra i titoli più celebri si possono annoverare Watchmen, 300 ed Hellboy. Prima di questi, a spianare la strada, è arrivato nel 2005 il film Sin City, diretto dal regista Robert Rodriguez e basato sull’omonima serie a fumetti di Frank Miller. La storia, ambientata nella conturbante città del peccato, prende infatti spunto dai racconti Un duro addio, Quel bastardo giallo e Un’abbuffata di morte. Riunitele in un solo film, Rodriguez ha così dato vita ad un’opera particolarmente innovativa da un punto di vista estetico.

 

Sin City è infatti stato uno dei primi film ad essere girato completamente in digitale, con un’ambientazione quasi interamente virtuale. Avvalendosi di green o blue screen, il regista ha così potuto dar vita ad una serie di ricostruzioni e immagini che replicassero in parte la sensazione di star guardando un fumetto animato sul grande schermo. La resa grafica è infatti ciò per cui il film è maggiormente celebre, ed ebbe l’approvazione dello stesso Miller, rimasto sbalordito da ciò che Rodriguez intendeva realizzare. Girato completamente in bianco e nero, con improvvisi sprazzi di colore ad accentuare particolari importanti, il film ha così dimostrato la forza che il connubio tra cinema e fumetto può ottenere.

Costato circa 40 milioni di dollari, Sin City è arrivato a guadagnarne ben 158 a livello internazionale. In breve, è diventato un vero e proprio cult del suo genere, capostipite di una serie di opere venute in seguito e potutesi concretizare proprio grazie alle innovazioni introdotte da questo film. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e ai suoi sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Sin City: la trama del film

Ambientato nella cupa e brutale città nota come Sin City, la storia segue le vicende di diversi personaggi, più o meno collegati tra loro, attraverso cui risalta il marcio del luogo. Il primo di questi è il poliziotto John Hartigan, il quale da anni insegue il killer pedofilo Roark Junior, accusato di aver rapito una bambina. Vi è poi lo sfigurato Marv, il quale si ritrova ad essere indagato per la morte di una prostituta, dovendo così indagare per conto suo per riuscire a trovare il vero omicida. Altrove, nella città, si muove invece Dwight, intento a difendere la propria fidanzata Shellie dal viscido e violento Jackie Boy. Ognuno di loro ha conti in sospeso da risolvere al più presto, ma non senza imbattersi prima in alleati o nemici, ulteriori incarnazioni di una città sempre più priva di speranza.

Sin City personaggi

Sin City: i personaggi e il cast del film

Con un cast ricco di alcuni tra i maggiori attori di Hollywood, Sin City trova nei propri interpreti uno dei suoi maggiori punti di forza. Si parte con Bruce Willis, presente nei panni del poliziotto John Hartigan per l’episodio Quel bastardo giallo. Per assumere i panni di questo, l’attore dovette sottoporsi a diverse ore di trucco prostetico al fine di assomigliare al personaggio disegnato nei fumetti. L’attore Nick Stahl è invece Roark Junior, alias il Bastardo Giallo, il killer ricercato da Hartigan. Michael Madsen è il poliziotto Bob, che tenterà di ostacolare le indagini di Hartigan. Il personaggio di Nancy, interpretato da Jessica Alba, sarà invece alleata del protagonista. Nel dar vita alla stripper, l’attrice ha mantenuto fede alla sua volontà di non apparire mai nuda sul grande schermo. Protagonista dell’episodio Un duro addio è invece il personaggio di Marv, interpretato dall’attore Mickey Rourke. Come Willis, anche lui si sottopose ad un massiccio trucco, al fine di ottenere il caratteristico volto del personaggio.

L’attrice Jaime King interpreta la prostituta amata da Marv, Goldie. Elijah Wood, invece, è Kevin, lo psicopatico assassino ricercato dal protagonista dell’episodio. L’attore ha lavorato molto per dar vita ad un personaggio inquietante e sgradevole, e il trucco applicato al suo mento ha favorito tale sensazione. Nel terzo episodio, Un’abbuffata di morte, il protagonista è invece Dwight McCarthy, interpretato dall’attore Clive Owen. La sua fidanzata Shellie ha il volto di Brittany Murphy, la quale nonostante compaia a suo modo in tutte e tre le storie è riuscita a girare le proprie scene in appena un giorno. Il pericoloso Jackie Boy è invece interpretato dal premio Oscar Benicio Del Toro, il quale convinse il regista affinché gli consentisse di cambiarsi i connotati con il trucco, proprio come fatto da altri attori del cast. Nell’episodio compare poi anche l’attrice Rosario Dawson, nei panni della combattiva Gail, leader delle prostitute, alleata del protagonista.

Sin City: i sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Dato il grande successo del film, per anni i fan hanno atteso un sequel di questo. Dopo numerosi ritardi, questo è infine arrivato al cinema nel 2014, con il titolo Sin City – Una donna per cui uccidere, nuovamente diretto da Rodriguez. Questo trae spunto in particolar modo dai racconti Una donna per cui uccidere e Un sabato notte come tanti. Oltre a questi, presenta inoltre due episodi inediti, scritti appositamente per il film e intitolati Quella lunga, brutta notte e La grossa sconfitta. Questi sono ambientati sia prima che dopo gli episodi del primo film, rendendo dunque questo secondo un incrocio tra sequel e prequel. Originariamente era previsto anche un terzo film, ma a causa degli scarsi incassi di questo secondo, la sua realizzazione è attualmente stata cancellata.

Prima di vedere il sequel, è possibile fruire di Sin City grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema, Google Play, Now TV e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 9 marzo alle ore 21:10 su canale Paramount Channel.

Fonte: IMDb