Arriva al cinema Rock of Ages, il film diretto da Adam Shankman, adattamento cinematografico dell’omonimo musical rock di Broadway e prodotto da Tobey Maguire, Jennifer Gibgot, Matt Weaver, Scott Prisand, Carl Levin, Garrett Grant, Patrick McIntire.

 

1987. Los Angeles. Sunset Strip di Hollywood. The Bourbon Room è il tempio del rock ‘n’ roll. Sherrie arriva dall’Oklahoma per diventare una cantante, incontra Drew, cameriere al Bourbon con ambizioni musicali. Scoppia l’amore. Questo è il filo rosso che percorre tutta la trama di Rock of Ages, trasposizione cinematografica dell’omonimo musical di Broadway, diretto da Adam Shankman, già regista dietro Hairspray. Il film, come il musical, si rivela molto semplicemente un inno al rock, quello duro, che infiammava i cuori, e a giudicare dalle reazioni fuori dalla sala, li infiamma ancora. Def Leppard, Journey, Poison, lunghissima è la lista dei grandi gruppi rock omaggiati nel film, attraverso la riproposizione di alcune delle loro canzoni più famose, ricantate per l’occasione dagli interpreti. Julianne Hough e Diego Boneta sono i due giovani protagonisti: se lei incarna lo stereotipo della cantante teen, con un timbro di voce a tratti fastidioso (anche se non del tutto sgradevole), lui è il classico belloccio con discrete doti da performer. Purtroppo sono loro l’anello debole del film: scenette melense e siparietti sdolcinati quasi intollerabili scandiscono ogni loro incontro sulla scena, per fortuna che arriva la musica a salvare lo spettatore! Un’altra sgradevole sensazione riguardo al film è il continuo dejavu che fa scivolare la mente verso Burlesque (vuoi anche per il fatto che la Hough ha esordito in quel film) e Le ragazze del Coyote Ugly.

Rock of Ages e Tom Cruise

Rock of Ages

Per fortuna c’è la musica! E il cast di veterani che regalano i momenti migliori del film. Su tutti, monumentale è Tom Cruise, nel panni succinti della rock star Stacee Jaxx: tatuaggi satanici, pantaloni in pelle, smalto per unghie nero, capelli lunghi e rigorosamente a torso nudo. È lui la star del film e l’artefice delle migliori sequenze, oltre a dimostrare un discreto talento musicale e mettendo così in regola i conti con l’ex moglie Nicole Kidman, Cruise riesce anche a conferire al suo personaggi il fascino della decadenza che assume chi non ha altro per cui vivere e sognare. Il suo Stacee è una leggenda rock, diventa ciò che gli altri vogliono che sia e incanta tutti, uomini e donne, con il suo fascino: Stacee è il sesso, il rock e … il sesso. Cruise sembra particolarmente a suo agio con questa maschera, e dopo il suo travestimento in Tropic Thunder, dove nacque l’amatissimo Les Grossman, forse l’attore che ha subito un brutto calo di popolarità, ha ritrovato la strada per farsi amare dai suoi fan.

Ma non solo Cruise: nel film brillano anche Alec Baldwin, Russel Brand, Paul Giamatti, Catherine Zeta-Jones e Malin Akerman. Rock of Ages è l’omaggio sincero e divertito ad un’epoca, un genere, una generazione, non si può dire sinceramente che sia un bel musical, ma chi ama il rock, vada a vederlo!

 
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
Articolo precedenteThe Bourne Legacy – Secondo trailer italiano
Articolo successivoFrozen: la trama del film Disney
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.