Sully regge saldamente in testa al box office, seguito da Non c’è più religione e Un Natale al Sud.

 

box officeSully domina il box office italiano battendo le new entry del fine settimana dell’Immacolata.

Infatti la pellicola di Clint Eastwood perde pochissimo rispetto all’esordio e incassa 1,9 milioni di euro al suo secondo weekend, arrivando a quota 4,7 milioni.

Così Non c’è più religione apre in seconda posizione con un incasso di 1,7 milioni (1,9 milioni nei cinque giorni) registrato in oltre 630 sale, per una media che si aggira sui tremila euro.

Un Natale al Sud conferma il terzo posto con altri 953.000 euro, per un globale di 2,4 milioni.

Animali Fantastici e Dove Trovarli scende al quarto posto raccogliendo altri 914.000 euro, arrivando alla bellezza di 14,3 milioni complessivi.

Le altre novità del fine settimana si piazzano nelle posizione successive, a partire da Una vita da gatto (621.000 euro).

Segue La festa prima delle feste (487.000 euro), mentre l’acclamato Captain Fantastic debutta con 332.000 euro in 123 copie.

Apertura all’ottavo posto per Babbo bastardo 2 (328.000 euro).

È solo la fine del mondo, vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes, esordisce in nona posizione con 308.000 euro (345.000 euro da mercoledì a domenica) in una novantina di copie, registrando un’ottima media per sala pari a 3400 euro.

Chiude la top10 Shut In, che debutta con 286.000 euro.