Box Office ITA del 14 aprile 2014

-

Il kolossal Noah debutta in testa al box office, mentre Grand Budapest Hotel si piazza secondo e ottiene la media migliore. Captain America: the Winter Soldier scivola al terzo posto.

Il fine settimana delle Palme vede il biblico Noah conquistare la vetta del box office italiano. Il kolossal di Darren Aronofsky apre infatti in testa con un incasso di 2,6 milioni di euro in ben 850 sale a disposizione. Uscito in numerose sale in 3D, Noah ottiene una buonissima media di 3100 euro. Probabilmente reggerà molto bene in vista delle festività pasquali.

Grand Budapest Hotel apre in seconda posizione registrando il migliore esordio in Italia per una pellicola di Wes Anderson. Il film con un cast stellare incassa 733.000 euro in 186 sale, ottenendo una brillante media che sfiora i 4000 euro, la più alta della classifica. Captain America: the Winter Soldier scende così al terzo posto incassando altri 604.000 euro. La pellicola Marvel supera così quota 6 milioni alla sua terza settimana di programmazione.

Quarto posto per un’altra new entry, l’italiano Un matrimonio da favola, che debutta con 594.000 euro in 371 copie. Divergent conferma l’esordio non esaltante della scorsa settimana, scendendo al quinto posto con altri 447.000 euro. Il film con Shailene Woodley arriva così a 1,7 milioni totali. Calo anche per Storia di una ladra di libri, giunto a 2,7 milioni complessivi con altri 406.000 euro.

La novità horror del fine settimana, Oculus, esordisce in settima posizione con un incasso di 402.000 euro, ottenendo una buona media che supera i 2000 euro per sala. Nymphomaniac Vol I precipita all’ottavo posto con altri 177.000 euro, per un totale di 633.000 euro dopo due settimane di sfruttamento. Chiudono la top10 Mr. Peabody e Sherman (167.000 euro) e Ti ricordi di me? (151.000 euro), giunti rispettivamente a 3,2 milioni e 729.000 euro complessivi.

Raffaella Lippolis
Raffaella Lippolis
Traduttrice freelance dall'inglese e dal francese all'italiano, specializzata in servizi linguistici per il marketing, il turismo, la moda e l'audiovisivo. Cinefila e lettrice appassionata, adora Camus, Mozart, il caffè e il profumo dei libri.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

La ragazza della palude, la spiegazione del finale: chi ha ucciso...

Il film del 2019 La ragazza della palude, tratto dal romanzo best-seller Where the Crawdads Sing di Delia Owens, ha fatto molto parlare di...
- Pubblicità -