Sole a Catinelle

 

Sole a Catinelle troneggia al box office italiano, diventando il miglior esordio di sempre e il maggior incasso dell’anno in appena quattro giorni.

Zalone batte Zalone. Il comico pugliese si accinge nuovamente a riscrivere la storia del box office italiano dopo il trionfo con Che bella giornata di due anni fa.
Se le aspettative sugli incassi di Sole a Catinelle erano già stellari, il risultato ottenuto al primo weekend è da capogiro. Il nuovo film di Gennaro Nunziante sbanca al botteghino italiano battendo record e superando i precedenti di Zalone. Sole a Catinelle apre infatti con la bellezza di 18,6 milioni di euro incassati da giovedì a domenica (grazie anche al ponte festivo). E’ evidente come gli italiani si siano precipitati in massa per vedere il film, perché la media per sala è da vertigini. Con un esordio allucinante in quasi 1200 copie in tutto il Paese, Sole a Catinelle ottiene una media pazzesca di 16 600 euro.

Con il suo incasso strepitoso, in soli quattro giorni Sole a Catinelle diventa il maggiore incasso del 2013 battendo i 16 milioni complessivi di Iron Man 3. E per restare in tema di record, Checco Zalone di Sole a Catinelle batte Checco Zalone di Che bella giornata come migliore weekend d’esordio: con i suoi 18,6 milioni supera infatti i 16,3 milioni incassati dalla pellicola a gennaio 2011.

Insomma, Sole a Catinelle potrebbe anche raggiungere la vetta assoluta, ossia il maggiore incasso di sempre di una pellicola italiana al box office italiano, detenuto da Che bella giornata (44 milioni di euro).

Nonostante il dominio assoluto di Sole a Catinelle, il resto della classifica ha beneficiato della notevole presenza di spettatori in sala, con cifre nella norma eppure incoraggianti.

Cattivissimo Me 2 scende in seconda posizione con 1,5 milioni, giungendo a ben 14,5 milioni totali.

Captain Phillips – Attacco in mare aperto debutta al terzo posto con 774.000 euro in circa 350 sale, con una buona media di 2200 euro.

Cani Sciolti perde una posizione e incassa altri 624.000 euro, arrivando a 1,8 milioni complessivi.

Un’altra new entry chiude il quintetto: il fantascientifico Ender’s Game apre con 557.000 euro in 262 copie disponibili.

Una Piccola Impresa Meridionale ha risentito notevolmente della concorrenza di Zalone, così precipita al sesto posto con 490.000 euro e giunge a quota 3,8 milioni.

Seguono altre pellicole in calo, come la Palma d’Oro La Vita di Adele (423.000 euro) e Aspirante Vedovo (214.000 euro), giunti rispettivamente a 1 milione globale e 4,2 milioni totali.

Chiudono la top10 Gravity (191.000 euro), che supera il tetto dei 6 milioni complessivi, e l’horror Dark Skies – Oscure presenze (155.000 euro), che arriva a quota 619.000 euro.