The Lone Ranger

 

The Lone Ranger esordisce in testa, seguito dai blockbuster World War Z e L’uomo d’acciaio. Incassi decisamente estivi per le new entry.

In questo fine settimana di luglio, emergono i primi risultati estivi al box office italiano, con un calo degli incassi che penalizza in modo considerevole le new entry e non fa brillare i blockbuster americani, che di solito riescono a risollevare il botteghino.

Così The Lone Ranger apre in testa alla classifica con 1,1 milioni di euro incassati da giovedì a domenica. Il western disney con Johnny Depp e Armie Hammer è uscito mercoledì, quindi il totale si attesta su 1,4 milioni ottenuti in circa 700 sale. The Lone Ranger registra dunque una media non esaltante di 1100 euro, il che non è da considerare del tutto negativamente perché il film è in 2D e il sovrapprezzo avrebbe invece penalizzato le sorti della pellicola…

World War Z scende in seconda posizione con 816.000 euro. L’action apocalittico con Brad Pitt arriva così a quota 3,6 milioni al suo secondo weekend.

Ulteriore calo per L’uomo d’acciaio, che incassa 317.000 euro per un totale di 4,2 milioni, un buon risultato ma tutt’altro che brillante per Superman.

La seconda novità a entrare nella top10 è Dino e la macchina del tempo: nonostante l’assenza di concorrenza, il film d’animazione incassa 134.000 euro in 200 copie.

After Earth scende al quinto posto con 83.000 euro, arrivando a 4,2 milioni complessivi.

La Grande Bellezza guadagna una posizione con 60.000 euro. Il film di Paolo Sorrentino resiste nelle posizioni alte della classifica dopo quasi due mesi di programmazione e giunge a quota 6,1 milioni con una media di mille euro per sala.

Calo per Una Notte da Leoni 3 (57.000 euro) e Into Darkness – Star Trek (47.000 euro), giunti rispettivamente a 12,4 milioni e 2,2 milioni.

To the Wonder debutta soltanto al nono posto con 40.000 euro. Presentanto alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia, il nuovo film di Terrence Malick è stato lanciato in appena 35 copie, registrando una media di 1100 euro.

Chiude la top10 Salvo, che con altri 32.000 euro guadagna qualche posizione e arriva a 110.000 euro complessivi.