iron-man-3-box-office

 

Iron man 3 resiste in vetta al box office USA di questa settimana, nonostante l’uscita di un altro titolo molto atteso. Il terzo episodio rimane saldo in vetta con un incasso settimanale di altri 72 milioni di dollari che portano il suo totale a 285 dopo due settimane di uscita. La seconda posizione, del titolo che poteva minacciare l’egemonia del supereroe è per ironia della sorte, un altro adattamento letterario, sebbene non da un fumetto ma uno dei grandi classici della narrativa mondiale: Il grande Gatsby  in formato Baz Luhrmann con Leonardo DiCaprio e Carey Mulligan. Il film incassa 51 milioni di dollari. Il terzo posto è occupato da Michael Bay e da Pain&Gain che comunque non perde troppi colpi incassando ancora 5 milioni di dollari per un totale di 41. Appare in quarta posizione Peeples commedia all black ambientata negli Hamptons, incassa 4 milioni di dollari. Il quinto posto è occupato da 42 che supera il mese di classifica e incassa altri 4 milioni di dollari raggiungendo un totale di 87 milioni. Scende lentamente anche Oblivion, oggi in sesta posizione, con un incasso settimanale di quasi 4 milioni di dollari per un totale di quasi 82 milioni di dollari. Il settimo posto è occupato invece da The Croods, ormai al secondo mese di sala e di classifica tra i dieci film più visti al box office USA, che incassa altri 3 milioni di dollari per un totale di 173. L’ottava posizione è invece di The big wedding, che non si sposta dalle zone basse della classifica, forse è passato il periodo d’oro dei film da matrimonio, questa pellicola incassa, ad oggi, due milioni di dollari per un totale di 18. Il nono posto è occupato da Mud nuovo film di Jeff Nichols con Matthew McConaughey, incassa 2 milioni di dollari per un totale di 8. Chiude la classifica l’ormai onnipresente Oz the great and powerful che supera i due mesi e mezzo di presenza in classifica con un incasso settimanale di 802mila dollari per un totale di 230 milioni.

La prossima settimana sfiderà Iron man la nuova produzione di JJ Abrams, che prima di dedicarsi a Guerre stellari, ha lavorato ad un nuovo episodio di Star Trek: Into darkness