- Pubblicità -

Entertainment Weekly è riuscito ad intervistare Christopher Nolan, durante la presentazione alla stampa del prologo de Il Cavaliere oscuro il ritorno, in uscita in alcune sale selezionate IMAX americane, nel periodo natalizio accompagnato da un primo trailer del film.

- Pubblicità -
 

Badtaste riporta l’intervista tradotta al regista:

Come molti altri film, questa sequenza d’apertura “inizia” letteralmente: siamo già nel film, è già tutto in modo. Come mai ti piace fare così?

Sapete, probabilmente non si tratta di un ragionamento intellettuale nel vero senso della parola. La mia sensazione, in particolare quando si tratta di un film d’azione, è che lo spettatore voglia essere gettato in una situazione che gli mozzi il fiato sin dall’inizio. Penso che a livello ritmico – sapete, concepisco questi film come dei brani musicali – se si inizia con un piccolo botto, si guadagna tempo poi per muoversi con calma nella storia e nei personaggi. Abbiamo molti personaggi in questo film, dobbiamo presentare molte persone, molti contatti da creare con il pubblico. Quindi penso che sia importante lanciare qualcosa di grosso sullo schermo e poi prendersi il proprio tempo.

Quante scene hai girato in IMAX?
Circa il doppio rispetto al Cavaliere Oscuro, almeno. L’ultima volta si trattava di circa 25 minuti. Ovviamente non avendo ancora montato il resto del film non so quale sarà la durata complessiva, ma penso che si aggiri intorno ai 40-50 minuti complessivi. In pratica tutte le scene d’azione, e alcune scene di ampio respiro che non sono necessariamente d’azione. Persino alcuni dialoghi e alcuni momenti intimi e drammatici, cosa che non avevamo mai fatto prima d’ora.

Hai mai pensato di girare un intero film in IMAX?
No, perché le cineprese IMAX fanno molto rumore e sono enormi, non sarebbe stato bello per gli attori lavorare con queste cineprese anche durante tutte le sequenze drammatiche. Tuttavia, devo dire che abbiamo girato alcune scene molto intense davanti a questa cinepresa enorme, che sembra quasi un generatore, e gli attori hanno comunque fatto un lavoro spettacolare.

E lo faresti? Gireresti mai un film in IMAX?
Oh, dipende dal film. Non amo doppiare, preferisco la presa diretta. Non mi piace registrare i dialoghi successivamente. E così, a meno che non creino una cinepresa IMAX che sia abbastanza silenziosa per farci registrare le scene di dialogo, penso che lavoreremo sempre con le 35mm o 65mm come per Inception.

Chi attendeva da tempo il film si metterà ad analizzare ogni dettaglio di questo prologo. La cosa ti entusiasma o ti innervosisce?
Mi entusiasma. Sono solo un po’ nervoso nel senso che, siccome il resto del film non è ancora pronto, ci troviamo ancora in un processo creativo in evoluzione. Spero che le reazioni non mi influenzino. Cercheremo di lavorare sotto vuoto, senza farci influenzare troppo.

Quanto del film emerge nella sala di montaggio? Oppure tutte le scene combaciano assieme nella tua mente?
In sala di montaggio è sempre diverso. Si scoprono tantissime cose, è un lungo processo di riscoperta.

Vi ricordiamo che l’uscita dell’attesissimo terzo ed ultimo capitolo del pipistrello targato Nolan è prevista per il 20 Luglio 2012. In Italia, invece l’attesa sarà ancor più lunga  29 Agosto 2012. Nel cast Anne Hathaway, Christian Bale, Gary Oldman, Joseph Gordon-Levitt, Juno Temple, Marion Cotillard, Matthew Modine, Michael Caine, Morgan Freeman, Tom Conti,Tom Hardy.

Fonte: EW via Badtaste

- Pubblicità -