Il regista di Games of Thrones avrebbe espresso un forte interesse (e sarebbe ora in pole position), per dirigere il nuovo adattamento del romanzo di Robert Ludlum: un compito non facile, visto che Kirk si dovrà confrontare con la precedente versione cinematografica, diretta a inizio anni ’80 da Sam Peckinpah con un cast che includeva, tra gli altri, Rutger Hauer, John Hurt, Dennis Hopper e Burt Lancaster. Kirk, che oltre a Game of Thrones ha lavorato a serie come Luther e Boardwalk Empire, tornerà preso con la miniserie di tre episodi dedicata al dickensiano Grandi Speranze; per lui, una sola escursione cinematografica, il poco memorabile Middletown, mentre il suo nomer era stato abbinatom al secondo film di Thor, poi affidato al suo ‘collega’ di Games of Thrones, Alan Taylor. In Osterman Weekend, il giornalista John Tanner viene convinto da un agente della CIA che gli amici di vecchia data coi quali è solito trascorrere una rimpatriata una volta l’anno sono coinvolti in una cospirazione; le cose si riveleranno molto più complicate, e il protagonista non saprà più di chi potersi fidare. Trai progetti cinematografici di Brian Kirk vi sono Midnight Delivery, prodotto da Guillermo del Toro e Paper Wings, ambientato nel mondo dei rodei, per il protagonista del quale sono stati fatti i nomi di Will Smith e Tom Cruise.

Fonte: Empire