Kate Young for Target launch, New York, America - 09 Apr 2013

 

Ha un fratellino, Jake, che fa l’attore famoso, e un marito, Peter Sarsgaard,  che fa l’attore famoso pure lui (e ha un cognome ugualmente impronunciabile). A dire il vero, è il fratello che fa conoscere a Maggie Gyllenhaal il futuro sposo, incontrato sul set di Jarhead. Dopo 7 anni insieme, nel 2009 i due si sposano a Brindisi: hanno già una bimba e presto ne sfornano una seconda. C’è da scommettere che le due pupe finiranno nello showbiz, con la famiglia che si ritrovano.

Mamma Maggie esordisce col fratello in alcuni film diretti dal padre (di origine svedese, da qui il cognome assurdo) per poi dedicarsi alla laurea in letteratura e religioni orientali alla Columbia. Ma studia anche recitazione a Londra e nel tempo libero fa la cameriera nel Massachussets, finché nel 2001 ottiene una particina in Donnie Darko, dove è la sorella del protagonista, cioè suo fratello Jake, la cui carriera decollerà grazie a questo inquietante indie. L’anno dopo però è la volta di Maggie, che conquista finalmente la scena in Secretary: la sua timida segretaria asservita al sadico James Spader cattura l’attenzione e pure una nomination al Golden Globe. Nel 2003 è una delle allieve di Julia Roberts in Mona Lisa smile: nel cast c’è anche Kirsten Dunst, e Maggie ricambia il favore a Jake presentandogli la collega, ma la relazione fra i due non durerà. Miss Gyllenhaal ormai è un’attrice affermata e i progetti successivi sono assai variegati: dalla commedia Vero come la finzione, al drammone World Trade Center, fino al blockbuster campione d’incassi Il cavaliere oscuro, dove sostituisce Katie Holmes nei panni di Rachel Dawes, l’amata di Batman. Nel 2009 la sua performance in Crazy Heart al fianco di Jeff Bridges le fa quasi vincere l’Oscar, ma Maggie riscuote successi anche a teatro, dove si esibisce in diverse pièce (con un debole per Checov).

La fanciulla vanta anche un passato da modella (per Miu Miu e Agent Provocateur) e un presente da attivista impegnata in svariate cause. Noi le rubiamo solo qualche minuto per farle spegnere le 36 candeline. HAPPY BIRTHDAY MAGGIE!