Transcendence

Se l’immagine qui sopra appare eccezionalmente familiare o vagamente somigliante a qualcosa che abbiamo già visto in Inception, potrebbe essere perché proviene dal primo film diretto da Wally Pfister, da lungo tempo direttore della fotografia di Christopher Nolan.

 

In Transcendence, che uscirà nei cinema d’oltreoceano il 18 aprile, Johnny Depp interpreta uno scienziato informatico intento a studiare “la singolarità”, ossia il punto in cui l’intelligenza artificiale supererà l’intelligenza umana.  Il personaggio di Johnny Depp viene letteralmente caricato nel mainframe, diventando un fantasma all’interno della macchina (come mostrato nell’immagine qui sopra, insieme ai co-protagonisti Paul Bettany,  Morgan FreemanKate Mara e Cillian Murphy.) dopo essere stato attaccato da attivisti anti-tecnologia. Il regista delle pellicola, Wally Pfister, dice: E’ un argomento di grande attualità, come sappiamo, non possiamo nemmeno effettuare una chiamata dai nostri cellulari senza aver prima aggiornato il software.

E fa una premessa riguardante l’aspetto di Johnny Depp all’interno del film: Non credo che lo abbiamo visto in questo modo da lungo tempo. Solo un paio di occhiali e un taglio di capelli abbastanza normale. 

Fonte: Entertainment Weekly

Articolo precedenteIndovina chi viene a Natale conferenza stampa con Fausto Brizzi
Articolo successivoDarth Fener per le strade di Roma
Nato a Marino (Roma) il 25 agosto 1984 e diplomatosi al Liceo Scientifico, è un grande appassionato di cinema fin dall'infanzia. Assiduo frequentatore delle sale cinematografiche ed accanito collezionista di titoli in home video, fa di queste due attività il proprio campo di studio. Assapora il mondo dello spettacolo in qualità di ballerino e partecipa alla realizzazione di alcuni corti a livello amatoriale. Lettore appassionato di romanzi e fumetti, pubblica alcune delle sue recensioni sul portale IMDB. Adora scrivere di cinema ed osservarne l'evoluzione tecnica, artistica e culturale nel corso degli anni attraverso le opere degli autori e degli interpreti che hanno contribuito a rendere questa forma d'arte una vera e propria industria.