Morten Tyldum

Sembra che il regista norvegese Morten Tyldum sia al momento saldamente nelle grazie di Hollywood. Dopo aver colpito con Headhunters ed esser passato al promettentissimo The Imitation Game, ora è in ballo per dirigere Chain of Events, un thrillerambientato negli anni Settanta.

Il film si baserà sul popolare romanzo di Frederick T. Olsson, i cui diritti sono stati comprati da Warner Bros. La storia è classificata come World War Z incontra il Il Codice Da Vinci” mentre il copione sarà scritto da Mark L. Smith. Lo sceneggiatore ha recentemente scritto The Revenant per la regia di Alejandro González Iñárritu.

L’eroe di Chain of Events è un uomo di nome William Sandberg, un militare crittologo, il quale si ritrova nel pieno della depressione nel momento della narrazione del film. L’ombra di Alan Turing, figura che sarà protagonista di The Imitation Game tramite l’intepretazione di Benedict Cumberbatch, sembra dunque decisamente aleggiare su questa trama.

Morten Tyldum si ritroverà dunque a dirigere due film di genere molto di nicchia e per nulla semplice. Il thriller in questione coinvolge tra l’altro una cospirazione potenzialmente catastrofica che coinvolge DNA, il terrorismo e il futuro dell’umanità.

Fonte: Empire