Durante il tour per la promozione di Steve Jobs in Gran Bretagna Michael Fassbender è stato intervistato da Hollywood Reporter riguardo la sua evidente non somiglianza fisica con il personaggio interpretato: l’attore ha spiegato perché lui fosse così adatto al ruolo tanto da essere scelto a discapito di Christian Bale, la cui somiglianza con il fondatore della Apple è stata invece elogiata da molti:

 

“Il pubblico accetta ciò che vede quando trova una motivazione che glielo faccia andare bene, e sta agli attori fornire questa motivazione: all’inizio del film vedrete che non somiglio affatto a Steve ma, andando avanti, una volta passati sopra l’aspetto fisico, ci si concentra di più sulla recitazione pura, sul personaggio, e si può capire appieno il film. Talvolta, nelle biografie, l’attore può sopraffare la storia stessa, rendendo l’aspetto il protagonista.”

Steve Jobs, il film

Ricordiamo che Steve Jobs uscirà  il 9 ottobre negli USA. La sceneggiatura, scritta da Aaron Sorkin, verterà attorno a tre principali momenti, corrispondenti al lancio di tre grossi progetti: il Mac, la compagnia NeXT, e l’iMac. La foto che ritrae Michael Fassbender, si riferisce al lancio della della società NeXT creata da Jobs a metà degli anni ’80 dopo essere stato estromesso dalla Apple. Il film, che uscirà in Italia a Gennaio 2016, vede tra i protagonisti Kate Winslet, Sarah Snook, Seth Rogen, Jeff Daniels, Michael Stuhlbarg, Perla Haney-Jardine, Katherine Waterston, Adam Shapiron

Ambientato nel backstage del lancio di tre prodotti iconici culminato nel 1998 con l’inaugurazione dell’iMac, Steve Jobs ci porta dietro le quinte della rivoluzione digitale per dipingere il ritratto intimo di un uomo geniale. Steve Jobs è diretto dal premio Oscar Danny Boyle e scritto dal Premio Oscar Aaron Sorkin, basandosi sulla biografia best-seller del fondatore della Apple, opera di Walter Isaacson. I produttori sono Mark Gordon, Guymon Casady di Film 360, Scott Rudin ed il premio Oscar Christian Colson.

Fonte: Cinemablend