Die Hard 6

Il progetto di Die Hard 6 è ancora vivo e vegeto, stando a quanto dichiara il regista Len Wiseman. Il progetto fu annunciato nel 2015 come un ibrido sequel/prequel.

 

Si sarebbe trattato, nel progetto iniziale, di una storia che accavallava passato e presente, come ne Il Padrino Parte II, con un John McClane giovane che faceva il poliziotto nel 1979, e un McClane nei giorni nostri, di nuovo Bruce Willis, che faceva i conti con una minaccia dal suo passato.

Dopo anni di silenzio, ora Wiseman ha dichiarato che il progetto è ancora vivo, e parlando con Deadline ha dichiarato che la produzione è in cerca di un giovane per interpretare il protagonista negli anni ’70-’80.

“Il giusto casting per questo ruolo è cruciale. Questa persona avrà un compito davvero molto molto difficile.”

Secondo Wiseman, il film dovrà affrontare il passato di John McClane. “Si tratta di trovare un delicato equilibrio nel mostrare da dove è partito McClane, perché il personaggio già nel primo film ha un enorme bagaglio emotivo, tra l’altro ha anche già divorziato. Ha tante cose da raccontare. È inasprito. Il suo capitano lo odia, non lo vuole a New York. Perché? Perché è già quel tipo?”

Questa impostazione ci dice che Die Hard 6 scaverà a fondo nel passato del personaggio. Che vi aspettate?