Terminator

Le recenti voci che volevano il franchise di Terminator in pausa sono state confutate da Arnold Schwarzenegger in persona, che ha chiarito la sua posizione nei confronti della saga e ha dato qualche speranza ai fan che non vogliono rinunciare a vederlo di nuovo nei panni del personaggio che ha fatto la sua fortuna.

 
 

Parlando con Fandangol’attore ha chiarito la situazione, soprattutto in merito alle dichiarazioni di Paramount che volevano il franchise in stato di fermo: “Non voglio chiamarle false notizie, come fa il presidente, ma penso che le persone scrivano cose di cui non hanno idea. Solo eprché la Paramount non vuole portare avanti il franchise di Terminator non vuol dire che non ci siano altri 15 studios pronti a farlo. Non significa che il franchise è finito. Vuol solo dire che ci sono delle nogoziazioni con altri studios, ma non posso dire altro. Sarà tutto annunciato a tempo debito. Ma, sì, il franchise di Terminator non finirà mai. E ricordate che dopo il 2018, James Cameron riacquisterà i diritti e poi continuerà!”

Alla luce delle dichiarazioni di Cameron sul suo impegno con Avatar e sequel, quest’affermazione sembra un po’ precoce, ma vedremo come si svilupperà la faccenda a tempo

Intanto, sembra chiaro che Arnold sia intenzionato a riprendere il ruolo del T-800.

Fast and Furious 8: Toretto è un Terminator? La teoria impazza sul web

Terminator Genisys è stato un tentativo di rivalutare il franchise, ma dalla campagna pubblicitaria fino alla costruzione della storia, il film si è rivelato essere un tonfo incredibile per il franchise che, alla sua partenza, soprattutto con i primi due capitoli, è stato uno dei migliori film di genere di sempre, e un franchise rappresentativo di una generazione.

Le derive moderne degli ultimi adattamenti hanno confuso e mescolato le carte in tavola e probabilmente, per provare a raccontarne di nuovo la storia è necessario del tempo per far sedimentare la delusione degli ultimi capitoli.